Zielinski e Koulibaly nella Flop 11 Mondiale del Guardian

I peggiori calciatori della prima fase, o meglio quelli che hanno deluso di più. Insieme a Koulibaly e Zielinski, anche De Gea, Sergio Ramos e Boateng.

Zielinski e Koulibaly nella Flop 11 Mondiale del Guardian

I peggiori 11 della prima fase

Il 3-4-3 schierato dal Guardian sarebbe anche una gran bella squadra, se non fosse che raggruppa i peggiori calciatori della prima fase dei Mondiali. Più che altro, i calciatori che hanno deluso in più rispetto alle attese della vigilia. C’è un po’ di Napoli, nella squadra costruita con le rilevazioni statistiche del sito WhoScored: Koulibaly in difesa e Zielinski a centrocampo. Sotto, la grafica con gli undici calciatori in campo. Sorprende la presenza di calciatori importanti: Boateng, Sergio Ramos, De Gea, Bernardo Silva, Fideo Di Maria. In basso, le motivazioni e i parametri che hanno portato ad “eleggere” i due calciatori del Napoli in questa Flop 11:

Kalidou Koulibaly: noto come “K2”, è letteralmente venerato a Napoli per le sue qualità difensive, ma anche per la capacità di esplorare l’area avversaria in proiezione avanzata. Ebbene, queste doti non si sono viste ai Mondiali. La precisione dei suoi passaggi è scesa dal 91,2% al 77,9%, idem per l’accuratezza psui lanci lunghi (dal 53% al 35,7%). Sembrava giocare con la paura nel cuore, in Russia. Inoltre, zero tentativi verso la porta.

Piotr Zielinski: Aveva la possibilità di impressionare tutti gli scout che avevano viaggiato alla volta della Russia per vederlo giocare. Non ha colto al volo quest’occasione, era stato scelto come uomo creativo per armare gli attaccanti polacchi e ha creato solo due occasioni in 259 minuti di gioco. Per lui, un Mondiale davvero molto modesto.

ilnapolista © riproduzione riservata