Inchiesta su Spezia-Parma, sms sospetti prima della partita

La denuncia di due calciatori liguri ha aperto l’inchiesta. Ascoltati loro due e due dirigenti dello Spezia. Per ora, nessun tesserato del Parma è coinvolto

La denuncia di due calciatori

Il campionato di Serie B potrebbe avere una coda giudiziaria. La Procura della Figc ha aperto un fascicolo sull’ultima partita di campionato tra Spezia e Parma vinta dagli emiliani 0-2 e che ha decretato il loro ritorno in Serie A grazie anche al contestuale pareggio interno del Frosinone per 2-2 contro il Foggia.

La Gazzetta scrive:

Nei giorni scor­si, la procura della Federcalcio ha ascoltato due calciatori del­la squadra ligure, Filippo De Col e Alberto Masi (il primo re­golarmente in campo nel ma­tch sotto inchiesta, il secondo in panchina), e due dirigenti, il team manager Leonar Pinto e l’amministratore delegato Lui­gi Micheli. Motivo? Fare luce su due sms «criptici» inviati da due giocatori del Parma, Fabio Ceravolo ed Emanuele Calaiò, ai loro colleghi quattro giorni prima dell’incontro.

“Nei messaggi – prosegue il quotidiano ci sarebbero stati riferi­menti ambigui alla prestazione in difesa dello Spezia, quasi un invito a non metterci troppo cuore magari spingendo anche sulle differenti motivazioni di classifica”. Da qui è partita la denuncia dei calciatori e dei dirigenti alla Procura Figc.

Al momento, è escluso il coinvolgimento del Parma ed è prematuro sbilanciarsi sull’esito della vicenda.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Roberto Liberale 10 giugno 2018, 8:25

    Mi viene sempre da ridere pensando a come certe cose siano evidenti a molti di noi osservatori esterni e non agli addetti ai lavori. Non hanno fatto altro che strombazzare il grande trionfo del Parma, minimizzando gli aiuti che ha avuto durante tutto il campionato.
    Poi pure il partitone del Foggia contro il Frosinone all’ultima è lecito, per carità.
    Ma il Foggia veramente ha giocato alla morte come avrebbe dovuto fare in tante altre partite. E ricordo che i premi a vincere sono comunque vietati.
    Poi guardi Siena Reggiana play-off di Lega Pro e capisci sempre di più… rigore al novantottesimo per il Siena visto solo dall’arbitro.
    E allora ti ricordi che quando Parma e Siena sono fallite, gli alti dirigenti del calcio pronunciarono una delle solite frasi apparentemente fatte. Ovvero che si sarebbe fatto di tutto affinché le due nobili decadute riavessero al più presto il posto che le competeva.
    E poi ti ricordi anche che a Lotito il Frosinone in Serie A non serviva…

    • Anche il San Marino, per la Germania non serviva alle Qualificazioni agli Europei. Ma che risposta ebbero da parte dei dirigenti del San Marino quelli della germania, disintegrandoli.

  2. Speriamo, il Parma cambiano le proprietà ma sempre na schifezza resta.

    • Il Parma, lo rimanderemo in “B” non ci amano. Ricordate l’ultima di loro con Higuain in “A”? Mirante, il castellammarese, il guappetiello Galloppa a proposito ora Galloppa ex Vicenza ora dove sta? Donadoni che denunciava implori a perdere l’ex del Napoli lo ricordate? io si molto bene. Prima Alessandria che perde i Play-Off con questi, poi il Foggia che va a fare il 2-2 a Frosinone ce li troviamo di nuovo in “A”. Non amano i napoletani, nemmeno noi, troppi i negativivi precedenti li a Parma, speriamo prendano il posto del Benevento. Inveivano con presunti gol in fuorigioco, rigori inesistenti per loro non concessi, rigori sacrosanti al Napoli che contestavano con veemenza, allacci finti di scarpini contro la panchina del Napoli per inveire e insultare, dileggiarci quando finimmo in “B” loro loro…tentativi di risse, tra giocatori in campo e lo sfizio ricambiato quando li a Parma gli demmo il colpo di grazia prima del loro fallimento. Ce ne di materia con queste ex buste di latte. No no non ci amano, no no non li amiamo.

  3. Solo la “B”??

  4. dai. tutto comincia da una piccola notizia e poi…….

Comments are closed.