Gran partita tra Giappone e Senegal, il 2-2 finale tiene aperto il girone

Match divertente, doppio vantaggio del Senegal e doppia rimonta dei giapponesi. In attesa di Polonia-Colombia, la qualificazione è ancora in bilico.

Gran partita tra Giappone e Senegal, il 2-2 finale tiene aperto il girone

Gli africani due volte in vantaggio

Bella, bellissima partita tra Senegal e Giappone. Il risultato finale, un giusto pareggio per 2-2 è la sintesi anche numerica di una partita tiratissima, ad alto ritmo, divertente per gli spettatori neutrali. Rispetto all’esordio vincente contro la Polonia, Cissé toglie un attaccante (Mame Diouf) per un centrocampista in più, e la scelta paga subito i suoi dividendi: il portiere nipponico Kawashima è pessimo su una conclusione di Sabaly, Mané è in posizione perfetta e fa 1-0.

Il Giappone si riorganizza subito, il pareggio arriva al 34esimo con Inui: l’esterno del Betis Siviglia riceve un appoggio ravvicinato di Nagatomo e batte il portiere del Senegal con un bel tiro a giro rasoterra dall’interno dell’area di rigore. Il gioco è equilibrato ma divertente anche nella ripresa, ma tra il 61esimo e il 64esimo sono gli asiatici a sfiorare due volte il gol. Prima Shibasaki arriva con un attimo di ritardo sul cross dalla destra di Osako; pochi secondi dopo, è Inui ad andare vicino al raddoppio, incrocio dei pali con un tiro in diagonale. Il Senegal trova il secondo vantaggio con il terzino Wague, che conclude un’azione iniziata dal suo dirimpettaio Sabaly e rifinita da Niang con un tocco a centro area. Anche questo vantaggio è destinato a durare poco: il Giappone pareggia con Keisuke Honda, bravo a trasformare in gol una palla vagante.

Il pareggio tiene apertissimo il girone, ora Senegal e Giappone sono in testa a quattro punti. Stasera tocca a Polonia e Colombia, ferme alla sconfitta dell’esordio. Chi vince si giocherà tutto all’ultimo turno.

ilnapolista © riproduzione riservata