Gazzetta: Milan fuori dall’Europa League (rischia pure multa e rientro condizionato)

La rosea ricostruisce la giornata del Milan in Svizzera, per l’udienza con l’Uefa; Fassone pessimista, la decisione potrebbe arrivare già in questa settimana.

Gazzetta: Milan fuori dall’Europa League (rischia pure multa e rientro condizionato)

Il resoconto da Nyon

Toni severi,  parole dure. E sentenza pesante. La ricostruzione dell’udienza-Milan per violazione del Fair Play finanziario è sulla Gazzetta dello Sport questa mattina in edicola, e racconta una storia che sembra già scritta. Dopo la bocciatura per il voluntary e il settlement agreement, il club rossonero sembra destinato a perdere l’Europa League guadagnata sul campo. Secondo la rosea, le motivazioni prodotte dal Milan per “contrastare” la richiesta di bocciatura da parte dell’Uefa non sarebbero sufficienti ad evitare l’esclusione dalle coppe 2018/2019. Anzi, ci sarebbe la possibilità che la società di Mister Li possa essere “rimbalzata” anche per la prossima stagione.

In pratica, il Milan potrebbe ricevere una tripla sanzione: esclusione dall’Europa League; una multa; un rientro condizionato in caso di nuova qualificazione alle competizioni internazionali. Il verdetto potrebbe arrivare già tra oggi e domani, difficile che possa slittare fino alla prossima settimana. Lo step successivo sarebbe il ricorso al Tas di Losanna, La linea difensiva del club rossonero verteva su un rapporto non diretto, quantomeno non parallelo, tra le vicende del club e quelle del suo proprietario. Una delle perplessità dell’Uefa riguardava la misteriosa condizione di Mister Li, però sempre puntuale (più o meno) nell’adempimento degli obblighi economici legati al Milan.

La Gazzetta riporta anche alcune dichiarazioni di Fassone: «Non siamo ottimisti, ma almeno abbiamo la certezza di essere stati ascoltati. In passato ci sono state altre esclusioni dalle coppe, ma erano casi decisamente più gravi del nostro. Valuteremo la carta del ricorso qualora la sentenza dovesse sembrarci troppo penalizzante. Sul mercato abbiamo un Piano B in caso di esclusione dall’Europa, che in ogni caso modificherebbe il nostro budget».

ilnapolista © riproduzione riservata