La trasferta dei tifosi del Napoli a Firenze, tra sassi al bus e cori d’odio allo stadio

Il racconto della trasferta, tra l’omaggio ad Astori, l’inospitalità del Franchi e la violenza verbale (e non solo) dei tifosi della Fiorentina

La trasferta dei tifosi del Napoli a Firenze, tra sassi al bus e cori d’odio allo stadio
La curva Fiesole

L’omaggio ad Astori

La morte del povero Ciro Esposito non ha insegnato nulla. A Firenze il nostro pullman, scortato da polizia e carabinieri, è stato preso a sassate da fanatici e vigliacchi. Si permettono di fare imboscate prima e dopo le partite, di insultare donne, bambini e disabili, di sputargli contro. Per non parlare poi degli insulti dentro e fuori lo stadio, hanno inneggiato al Vesuvio, hanno offeso San Gennaro, ci hanno vomitato addosso tanto odio gratuito, ci hanno chiamati ladri dandoci dello juventino, hanno intonato i nostri cori a mo’ di sbeffeggiamento, di scherno e tutto questo senza che la società della Fiorentina si prendesse la briga di fare un messaggio per cercare di porre fine a quei cori beceri e vergognosi.

E pensare che quando è stato annunciato che il Napoli aveva omaggiato con i fiori la memoria di Davide Astori – che sono certa si sarà rivoltato nella tomba vergognandosi profondamente dei suoi tifosi – dal nostro settore è partito un applauso di almeno un paio di minuti in suo onore.

Vi posso garantire che un conto è sentire questi cori in tv. e un conto è sentirli dal vivo in uno stadio ostile e razzista. Spesso in tv  tendono a minimizzare la cosa, affermano sono in pochi a intonare quei cori beceri e vergognosi, invece vi posso assicurare che era tutto lo stadio a vomitarci addosso il proprio odio, il proprio razzismo, assolutamente incomprensibile e gratuito per come intendo io il calcio.

Il San Paolo è un salotto rispetto al Franchi

Mi preme aggiungere che definire stadio il Franchi è veramente molto generoso: quaranta euro per essere accolti come le bestie in transumanza, essere perquisiti due volte come i terroristi, trovare sedili sporchi e pieni di animaletti rossastri mai visti nella mia vita, restare ore e ore in piedi sotto un sole cocente, un chioschetto che per raggiungerlo bisognava affidarsi a San Gennaro per poi essere costretti a pagare due euro per un bicchiere d’acqua tiepida dopo una fila di quasi mezz’ora perché era la sola cosa che avevano da vendere. E poi c’è chi si lamenta del San Paolo che, confrontato al Franchi, può essere considerato un salotto.

Andrebbero denunciati per il trattamento che ci hanno riservato, dovrebbero chiederci scusa. Chi segue il Napoli in trasferta è un eroe, molto più dei nostri giocatori, me ne sono resa conto solo ieri avendolo purtroppo vissuto sulla mia pelle.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Luiz Ferrero 2 maggio 2018, 9:28

    Invocano il Vesuvio ma stessero attenti all’Arno

  2. Manuel Fantoni 1 maggio 2018, 23:17

    Qui nessuno si aspettava che la viola si scansasse…al napoli non è stato mai regalato niente e il campo ha dimostrato che la Fiorentina ha giocato una partita seria e ha vinto meritatamente. Piuttosto erano state messe in piedi polemiche ad arte per sostenere che i tifosi viola volessero far “scansare” i propri giocatori per far un dispetto alla tanto odiata Juve…l’accoglienza ricevuta a Firenze dai nostri tifosi ha dimostrato, ovviamente, l’inconsistenza di queste voci tese soltanto a caricare un ambiente per paura del “biscotto”. L’odio dimostrato dai tifosi viola dimostra ancora una volta che si preferisce far vincere una squadra che comunque vince sempre piuttosto che una novità nel panorama nazionale…non so se è invidia o semplice razzismo ma è un dato di fatto… credo che lo stesso atteggiamento avrebbero avuto i tifosi romanisti se la partita con la juve fosse stata decisiva…poi tutti si lamentano dei tifosi napoletani ,che non saranno degli stinchi di santo, ma in quasi tutti gli stadi d’Italia c’è più’ o meno questa accoglienza

  3. faccio notare che un artista napoletano aveva reso onore alla memoria di Astori con un murale a Napoli, e che gli siamo pure andati a portare i fiori. ma a questo punto forza Arno cento volte.

  4. Già Antonio Gramsci (e al di là delle diverse idee politiche, chi potrebbe negare l’onestà intellettuale e la profondità di pensiero di quest’uomo?) sottolineò come il pregiudizio antimeridionale fosse “incistato” in modo radicato, fino a costituire un inconscio collettivo, nelle popolazioni settentrionali dello Stivale, equamente distribuito in tutte le classi sociali. Fintanto che i meridionali hanno permesso con l’emigrazione nel triangolo industriale, con le rimesse degli emigranti oltralpe, fungendo da mercato per le aziende del Nord, anche l’essere napoletani è stato tollerato, seppure tra mugugni e rancori repressi. Ma le cose cambiano, noi non siamo più di nessuna utilità ai fratelli che ci hanno “liberato dallo straniero”. E allora, la rabbia, il rancore, l’odio montano incontrollati e anzi esibiti (tranne che durante le campagne elettorali).
    E ciò nonostante la presenza sul suolo della cara patria di tanti immigrati, che assorbono su di sé questi sentimenti di avversione. E, è questa la domanda che mi pongo spesso, se non ci fossero queste “teste di turco”, come andrebbe a finire?

  5. White Shark is still here 1 maggio 2018, 16:45

    Comunque amici tifosi del Napoli, facciamocene una ragione. Ieri guardando la soddisfazione dipinta sui volti dei fiorentini nello stare a vincere una partita in superiorità numerica contro di noi, mi ha fatto riflettere. Erano soddisfatti più o meno di come lo siamo stati noi affrontando il Real. In proporzione siamo il loro Real.

  6. Alla fine prevale l’invidia. In Italia nessuno sopporta che Napoli abbia generato il Napoli, che è un capolavoro sportivo e imprenditoriale. E nessuno sopporta che a Napoli ci sia un tifo pulito, sincero e appassionato, che non ha mai risposto con violenza alle peggiori provocazioni e che i giocatori amano e rispettano molto più che altrove. Nessuno a Milano, a Roma, a Firenze accetta l’idea che, pur con risorse maggiori, non siano capaci di ottenere risultati simili ai nostri. Vogliono un racconto diverso, di una Napoli che perde, che puzza, che si ammazza. Vogliono gomorra e munnezza. Gli italiani non riescono a sopportare che il calcio restituisca un’ immagine decisamente positiva della città e del suo popolo, che detto tra noi, che Napoli la conosciamo, sicuramente corrisponde maggiormente al vero.

    • La risposta l’avranno domenica quando andiamo tutti allo Stadio inneggiando i calciatori del Napoli dai propri tifosi, che hanno fatto questo grande Campionato. Ma il resto d’Italia temo poco capisca, ma ci interessa relativamente, l’importante lo capiamo noi napoletani. Un amico regista napoletano, che gira il Mondo dice proprio questo, non è odio verso i napoletani e soprattutto verso Napoli Città bella fantastica genuina schietta come non mai ma è solo semplicemente insana INVIDIA. Che crepino.

    • Bel tifo pulito davvero. Raccontalo ai tifosi juventini al San Paolo, quando ancora ci facevano entrare.

  7. Eh gia perché voi non siete cosi invece.
    Spaccate i bagni quando andate negli altri stadi, lanciate buste di piscio, prendete a sassate i pullman.. il napoli e la civilta fatta a tifoseria

    • White Shark is still here 1 maggio 2018, 14:08

      Scommetto che sei un testimone oculare degli scempi che citi. Potresti gentilmente fornire qualche prova a sostegno delle tue affermazioni? Te ne sarei grato.
      Mi raccomando che non siano simili a quelle ampiamente sconfessate dell’Intercity devastato per la trasferta a Roma che costò un anno di divieto delle trasferte a tutta una tifoseria.
      Qui nessuno si crede una educanda ma oltre ad un “chi non salta è juventino” o scemenze innocue di questo livello, al San Paolo di queste cose non se ne vedono.

    • Giulio Valerio Maggioriano 1 maggio 2018, 14:13

      Il che li rende non troppo dissimili da tante altre tifoserie. Di animali ne abbiamo fin troppi in tutte le curve.
      Parliamo semmai dell’indignazione a targhe alterne…

      • A Napoli si tifa non si fa razzismo. Ti risulta? vienici a trovare, constati da vicino juventino, non aver paura non siamo come gli altri, tipo allo stadio juventino o Firenze, ti offriremo pur nu Cafè Borghetti.

        • Non ricordo un episodio di ululati per un giocatore di colore da parte dei napoletani. Ricordo il siamo tutti Koulibaly, esempio bellissimo purtroppo non ripreso da nessun altra tifoseria.

          • Come no, maschere nere in un Napoli-Lazio che kuly ringraziò. Tutto lo stadio èèè, ma questi beceri fiorentini e il resto di ignobili razzisti a partire da Bologna, Lazio, Juve, Firenze, Sampdoria, Verona ecc. ecc. ma che debbono capire, questi non capoiscono nemmeno la loro sozzeria.

    • Invece voi tifosi juventini siete un esempio di civiltà. Come è andata la “discussione” con i vostri eroi a Vinovo? Siete riusciti a “incistare” (cit.) Buffon e company? E le minacce di violenza alla moglie dell’arbitro inglese? E il vostro capotifoso di origini calabresi “suicidato”? E i cori razzisti contro Napoli e il Napoli? Il Vesuvio? E i cori inneggianti a Superga? Ah già. Dimenticavo. Lo “stile Juve”.

      • Il sottoscritto in curva allo stadio manco ci va.
        E disprezzo esattamente allo stesso modo gli ultra juventini e quelli napoletani.

        • E allora non hai letto l’articolo. Ho hai fatto finta di non capire. Non si parla di ultrà ma di uno stadio intero. Esattamente come la violenza contro la moglie di Mertens ad opera di juventini seduti in tribuna all’Allianz. Non stiamo parlando di 4 ultrà ma di sentimento diffuso. Interessante il fatto che sei obbligato a parlare dei bagni dello stadium , episodio di anni fa, per commentare quanto successo domenica al Franchi. Ma il benaltrismo é da sempre la bandiera dei finti benpensanti.

    • Ma Luciana ti ha già risposto: in questi casi gran parte dello stadio canta, chi va in trasferta lo sa. E non ce l’hanno solo con gli ultrà, ma con i Napoletani. A Firenze allo stadio c’erano soprattutto i Napoletani residenti in Toscana, chi ha cantato si rivolgeva magari al vicino di casa o al collega di lavoro. Quale occasione migliore dell’anonimato di uno stadio per vomitargli addosso tutto il suo razzismo?

    • Stefano Valanzuolo 2 maggio 2018, 8:20

      Sto cercando di tradurre l’ultima frase con l’ausilio di Google, ma non ci riesco… Dev’essere dialetto bianco e nero.

  8. Cara Luciana, lo sapevamo, questi ottusi, ignoranti analfabeti fiorentini sono da sempre contro i napoletani. Tutto lo Stadio Franchi ha intonato quei cori beceri e non solo come vogliono far sempre apparare con la pezza a colori che è si tratta solo di una parte di stadio. Questi decerebrati, sono sempre contro la Juventus ed hanno perso l’ennesima occasione per essere accomunati dal combattere quella società. Hanno preferito farselo mettere a quel servizio dalla Juventus e dai loro tifosi pur di andare contro il Napoli, contro Napoli. Ti capisco, a Torino hanno scavalcato per dare addosso ai napoletani, a Firenze hanno fatto rivoltare dalla tomba dalla vergogna il povero Astori. Un “plauso” va al loro sindaco che ci puntava col fucile spianato, invece ha scordato quanto ha fatto schifo quel popolo di inetti fiorentini. Vincere contro tutto anche contro questo. Ci sarà la partita del prossimo campionato che il Napoli lotterà sempre per il vertice, che una Fiorentina dove si accontenti della misera soddisfazione di questi squallidi cori. Ci sarà sempre la differenza tra Napoli e Firenze, tra Napoli e il resto d’Italia, vergognati firenze!

    • Giulio Valerio Maggioriano 1 maggio 2018, 14:12

      Dovevano scansarsi per partecipare alla tua folle crociata?

      • Eh si eh, il suo concetto di sport e quello

      • Non ha detto questo. Intelligenti pauca, stavolta bisogna spendere qualche parola in più. Nunziocity parla della tifoseria fiorentina, che si vanta di essere antijuventina fino alla morte, ma poi dimostra, nei fatti, di preferire che a vincere siano gli juventini e non chi qualche anno fa era al loro livello, come sottolineava un giornale fiorentino prima della partita.

        • Giulio Valerio Maggioriano 1 maggio 2018, 18:14

          Dimostra, nei fatti (oltre ad essere incivile, e lo è sempre e non solo contro il Napoli) che non c’è nessun motivo di simpatia nei confronti del Napoli. Non è un reato, non è nemmeno una colpa.
          Potete richiedere – ma certo non pretendere – solidarietà in nome dell’antijuvenismo militante.

          • Mica chiediamo l’ aiuto in campo, quella è una prerogativa della juve. Ci accontenteremmo di solidarietà sugli spalti.

          • Jacopomartino 1 maggio 2018, 20:34

            Ovviamente doveva perdere contro il Napoli, piuttosto che lasciare vincere alla Juventus il campionato. In nome della solidarietà contro il nord

          • White Shark is still here 1 maggio 2018, 22:29

            Non sviare il discorso. Nessuno c’ha mai regalato nulla e ne siamo fieri. Ricorda solo che il sacrosanto secondo giallo al tuo beniamino avrebbe molto probabilmente portato ad una sconfitta della Juventus, al più ad un pareggio che, nonostante la nostra brutta gara, avrebbe portato il distacco a rimanere invariato o al massimo salire a 2 punti. Il vecchio trucco di buttarla in vacca, qui non attacca (che fa pure rima). Goditi l’ennesimo scudetto di cartone.

          • 1) Che la Juve “molto probabilmente” avrebbe perso in 10 vs 10 è una tua teoria senza alcun fondamento
            2) La Juve stava comunque perdendo, grazie a un gol fattosi da sola. Perdeva fino a 3 minuti dalla fine. Poi Spalletti ha deciso di suicidarsi e con Santon e un Handanovic imbambolati in difesa abbiamo ribaltato la partita.

            Capisco però che prendervela con loro non vi fa gioco, meglio buttarla in caciara attaccando la Juve attraverso Orsato. Come se il mancato giallo a Pjanic fosse responsabilità della società bianconera.

          • É proprio come dici tu. La juve ha fatto 2 gol nei minuti di recupero. Con un uomo in meno sarebbe stata meno stanca. Ragionamento inattaccabile. In 10 vs 10 Spalletti avrebbe effetuato gli stessi cambi. Come no.
            Adesso torna a leggere Crosetti e lasciaci parlare di calcio e razzismo in santa pace. Un giorno ci spiegherai perché preferisci perdere il tuo tempo su una testata di tifosi del napoli invece di festeggiare con i tuoi. Io un’idea ce l’ho: il vostro calcio é talmente privo di significati, che senza sfottò degli avversari nemmeno voi riuscite a godere delle vittorie finte di cui vi fregiate.

          • White Shark is still here 3 maggio 2018, 1:34

            A te serve un aiuto. Io non ho detto che avrebbe solo perso. Ho ipotizzato anche un pareggio che in 10 era il massimo che potevi ottenere (visto che già c’era mancato un soffio per il terzo gol di Icardi in inferiorità). Il che avrebbe mantenuto il distacco a 2 punti.
            In 10 il tuo acciughina col piffero che poteva infilare in campo sia il bamboccio argentino che Bernardeschi per l’assalto finale.
            In 10 contro 10 Santon stava al bar del Meazza a prendersi un apericena.
            Capisco che mentire a se stessi ripetutamente porta ad autoconvincersi che si stia dicendo il vero, ma che ancora tu e tanti tuoi colleghi juventini nutriate dubbi sugli innumerevoli episodi che scientificamente e storicamente vi vedono beneficiari o peggio ne neghiate l’esistenza, meriterebbe un serio studio.

          • Scirocco Notturno 16 maggio 2018, 12:09

            Ummado’: “abbiamo ribaltato la partita”… ed ha l’avatar con Totò! Sciò Sciò se so arrubati pure a Totò (mo diranno che il cognome è De Curtis, chiara discendenza sabauda… ahahahah)

          • Jacopomartino 2 maggio 2018, 7:55

            Continuate a non capire, ed ad attaccare qualsiasi persona che non la pensi come voi, mi è già successo qui…. ma ancora non capite che sono NAPOLISTA! Solo che cerco di far capire che non possiamo attaccarci a certe cose ridicole, in quanto a me questo pare vittimismo bello e buono! Se poi a te sta bene così, bene…. vorrà dire che si continuerà a non vincere nulla! Buona giornata

      • Juventino, allora è vero che siete limitati? nessuno ha chiesto loro di scansarsi dalla partita come fanno con voi i due terzi di squadre amiche italiane, dove la Juventus ha assicurato ad inizio campionato quel bottino di punti. Qua si sta parlando dei vostri beceri comportamenti razzisti che la ragazza ha sottolineato di fiorentini e juventini, gia che ci siete datevi la mano che fingere guerra. Ma vedo siete a corto di siti tipo Tuttojuve, vai chi ti trattiene.

        • Giulio Valerio Maggioriano 1 maggio 2018, 19:06

          Quanto sei contorto. Non girarla tanto la frittata, hai a schifo la Juve (‘zzi tuoi) è quello che rientra in questa tua piattissima visione ti fa schifo a sua volta. Trasuda da ogni lettera che scrivi e non serve fare l’esegesi (tardiva) del tuo ultimo post.
          Quanto al razzismo, non avvicinarmi neanche lontanamente a quel concetto. Se ho qualcosa da dirti, perché trovo ridicolo ciò che scrivi, te lo scrivo e te l’ho scritto. Razzista lo vai a dare a chi stava al Franchi, non a me.

          • Ma come ti senti così colpito? allora non rispondermi che io non rispondo te nel modo che meriti. Razzista ma tu stai inguaiato, ti senti tirato in ballo? Perchè il becero Allianz Stadium non è razzista? se non sei parte in causa allora perchè tanto interesse? la pizza la stai girando tu che hai preso fischi per fiaschi sul razzismo del Franchi. Leggi bene, te lo ha spiegato Alfonso, vedi chi il contorto ma va la.

      • Pensa che era arrivato a chiedere un gemellaggio in nome dell’odio per la Juve che accomuna le due tifoserie

        • Juventino, il gemellaggio lo deve fare ora il fiorentino e gli juventini se hai ben capito. I napoletani i gemellaggi con quei beceri fiorentini? hai scambiato il c…… per la banca dell”acqua. L’unico vero gemellaggio è tra il Genoa e il Napoli Nord e Sud da circa 30 anni, informati.

        • Mi meraviglio, voi sapienti “intellettuali” che non hai colto l’ironia sui post gemellaggi. Il vero che a Firenze, come a Genova è piena se non colonizzata da napoletani, visto l’odio il disprezzo sportivo verso quella squadra non colorata, auspicavo una tregua per far fronte comune.Ma poi non hai letto il seguito dove dicevo questi sporchi razzisti fiorentini ma solo coi napoletani. Questo leggilo e mettitelo nella testa prima che il Napoli giocasse la partita con la Fiorentina. Poi riguardo donne, frat,i sore, cugini, patrigni, matrigne e amanti li in toscana son tutti ammiscchiati coi napoletani per questo ironicamete ho detto facciamo i ltifo contro gli sgualuti juventini, li ho presi in caricatura, ma non hai colto l’ironia. Sei magnifico, tutto bene preciso encomiabile, peccato non sei napoletano, saresti stato perfetto.

Comments are closed.