Tagliavento: «Non commento quanto scritto su Allegri, impossibile fare a meno del Var»

L’intervista di Tagliavento al Messaggero: «Il gol non assegnato a Muntari è il mio errore più grande. Oggi si sarebbe potuto evitare in un decimo di secondo».

Tagliavento: «Non commento quanto scritto su Allegri, impossibile fare a meno del Var»

L’intervista al Messaggero

Paolo Tagliavento ha smesso di arbitrare. È stato uno dei protagonisti di un finale di stagione turbolento, ricorderete il conciliabolo con Allegri in mixed zone al termine di Inter-Juventus. Poi, anche l’abbraccio con De Rossi al termine di Roma-Juventus. L’intervista rilasciata al Messaggero si apre proprio parlando di questi due gesti: «Ho ricevuto tanti abbracci, d’altronde dopo 221 gare dirette in quindici anni è normale che si creino rapporti di stima con i calciatori. Gesti equivocabili? Se si riferisce ad Allegri, non vale la pena commentare quanto detto e scritto».

Il post-Calciopoli: «Quello, per noi, è stato un periodo tremendo. Personalmente ho vissuto giorni terribili, ero certo di me stesso e della mia onestà. Ero completamente estraneo, e la giustizia sportiva e penale l’hanno appurato in brevissimo tempo».

Episodi celebri

Tanti momenti difficili, come arbitro, anche nella carriera dopo il 2006. Le manette di Mourinho, il gol non concesso a Muntari. Tagliavento c’era, e racconta: «In occasione di Inter-Sampdoria, fui rincuorato dai vertici arbitrali: avevo diretto molto bene. La rete non convalidata a Muntari è il mio errore più evidente, che oggi si sarebbe evitato in un decimo di secondo».

Da qui è immediato l’elogio alla tecnologia: «Una volta eravamo noi arbitri, due assistenti con le bandierine. Stop. Poi sono arrivati gli auricolari, gli addizionali, la goal line e ora il Var. L’arbitraggio è diventato più facile, oggi non si può fare a meno di certi supporti. Arbitri contrari al Var? Una voce, nulla di più. Qualche perplessità c’è sempre stata, ma quelli più intelligenti sono quelli che sanno aprirsi ai cambiamenti».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Domenico Sapio 30 maggio 2018, 17:17

    La Juventus economizzerà il suo stipendio dal libro paga FIAT………!!!!!!

  2. Tagliavento finito? finalmente ti sei levato di mezzo. Il gol di Muntari era talmente sfacciato che non se lo aspettava minimamente lui e il Guardalinee sconfessandosi, accusati di juventinismo pur di non vedere perchè solo un CECATO poteva non vedere. Uno in meno ora a chi tocca. Ci sono ancora molti del vecchio marcio purtroppo, Orsato, Calvarese, Maresca, Guida, Mazzoleni, Damato, Pasqua, Fabbri, Banti, Valeri, e ultimo Pinzani e con questi si è arrivati a 7 scudetti. Diteglielo, quando finiranno, fatecelo sapere, così la seconda lo vince.

  3. Scirocco Notturno 30 maggio 2018, 12:37

    Finito di arbitrare? Menomale!

Comments are closed.