Sarri: «Mi dispiace se De Laurentiis non è contento, ho fatto il meglio per il Napoli»

A Premium: «Dimissioni? Di cosa stiamo parlando? De Laurentiis mi ha dato la possibilità di allenare il Napoli. Ho cercato di fare più punti nel torneo cui i tifosi tenevano di più»

Sarri: «Mi dispiace se De Laurentiis non è contento, ho fatto il meglio per il Napoli»
Sarri / Foto Matteo Ciambelli

Sarri a Mediaset Premium dopo Napoli-Torino 2-2

Crollo nervoso dopo Firenze

«Il Napoli ha fatto partita stupenda, grande qualità di palleggio, commesso due errori madornali, ma fatto estremamente bene in una partita in cui c’era rischio di ripercussioni feroci. Situazione conclusa, rischiavamo di giocare senza determinazione. Ho visto Napoli pimpante, abbiamo palleggiato tutta la partita, forse una delle migliori partite negli ultimi due mesi».

Le critiche di De Laurentiis al turn over

«Non devo replicare. Il presidente è la persona che mi ha fatto allenare il Napoli, la più grande esperienza della mia vita, mi ha fatto vivere un’esperienza straordinaria. Mi spiace se non è contento, ho fatto tutto per il bene della squadra, ho cercato di fare più punti nella manifestazione che sapevo che i napoletani avevano più a cuore»

Futuro

«Il mio futuro non dipende da questo. Mi dispiace se non è contento, mi interessa fino a un certo punto. Bisogna fare valutazioni di diverso tipo. Esternazioni di questo tipo fanno parte del personaggio. io sono abituato, mi può dispiacere per Spalletti che è stato tirato in ballo per e sostituzioni»

Eventuali dimissioni

«Dimettermi? Non riesco nemmeno comprenderlo, a due partite dalla fine? Di cosa stiamo parlando?»

Piazza stupenda

«Non abbiamo litigato io e il presidente. Qui la piazza è stupenda, 50mila spettatori ci hanno fatto festa in un giorno che non è di festa. Tutto il resto, non so. Della partita di oggi sono contento, il campionato era praticamente finito. Abbiamo la responsabilità di non averla vinta per due disattenzioni evitabili.

L’inglese lo conosce?

«È ininfluente, l’ho studiato a fondo ma tanto tempo fa. potrei averlo dimenticato. Io non ho detto nulla ai miei collaboratori, anche perché non saprei nemmeno chi porterei con me».

ilnapolista © riproduzione riservata