Roma, ecco lo sponsor sulla maglia: l’accordo con Qatar Airways vale 40 milioni in tre anni

La Roma annuncia l’accordo con una nota ufficiale: «Una delle partnership più ricche nella storia del calcio italiano».

Roma, ecco lo sponsor sulla maglia: l’accordo con Qatar Airways vale 40 milioni in tre anni

Il comunicato del club

Il nuovo contratto con Qatar Aiwways come main sponsor è stato annunciato con una certa enfasi dalla Roma. Il club giallorosso ha pubblicato una nota in cui ha spiegato come la partnership commerciale con la compagnia aerea dell’emirato sia «il più grande accordo mai siglato dalla società. E uno dei più importanti raggiunti da un club italiano».

Al di là dei trionfalismi, l’arrivo di un main sponsor sulla maglia giallorossa rappresenta una svolta importante per il club di Pallotta. Innanzitutto perché la Roma non portava marchi sui kit dalla stagione 2012/2013; e poi perché il valore del contratto è decisamente elevato, Calcio&Finanza scrive che gli introiti saranno pari a 40 milioni nelle prossime tre stagioni. Giusto per chiarire la differenza: l’ultimo contratto con Wind aveva garantito sei milioni nell’esercizio relativo alla stagione 2012/2013.

Ma non è finita qui: ancora Calcio&Finanza spiega che la Roma è vicina a concludere l’accordo con Hyunday per il retrosponsor. Per intenderci il marcio “Kimbo” sulla maglia del Napoli. Quest’altra partnership dovrebbe portare dieci milioni in tre anni alle casse giallorosse.

Le parole di Pallotta dopo l’annuncio Roma-Qatar Airways: «Siamo fieri di portare il nome di Qatar Airways sulla nostra maglia e non vediamo l’ora di lavorare assieme per raggiungere i successi sportivi e commerciali che ci aspettiamo per gli anni a venire».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Mario Pansera 24 aprile 2018, 17:02

    io mi vergognerei. Il Qatar e’ paese che e’ l’antitesi della democrazia, non solo, finanziatore di terroristi e cosidetti stati islamici.

  2. Ruello Rubino 24 aprile 2018, 12:30

    Sarà mica un primo passo ? Gli arabi cercano business opportunities in Italia?

  3. Noi l’anno prossimo pubblicizzeremo la gassosa Arnone e i taralli di Leopoldo a foria. Mi rode pensare che la maglietta della Roma sia più bella della nostra perché adl preferisce robe di kappa che gli paga qualcosa in più di Adidas o Nike però ci preclude la possibilità di qualche sponsor internazionale di alto livello.

  4. non che voglia gli sceicchi o i russi, ma se sono l’unica soluzione per liberarsi di quell’orribile patacca rossa che sporca la nostra maglia da anni, ben vengano.

  5. La maglia della Roma era bellissima senza sponsor, peccato. Spero per loro che non mettano davvero anche quello sul retro perché mi pare una bruttura unica. Io vorrei tanto poter comprare una maglia del Napoli con l’opzione senza sponsor, sarei anche disponibile a pagarla di più, pur di non sembrare un volantino vivente dell’esselunga

    • Il contratto Lete è in scadenza. Certo che uno sponsor “europeo” sarebbe molto meglio. L’idea di avere sponsor da supermercato deprezza tutto, maglie comprese. Speriamo bene ma finchè si cercherà lo sponsor in Campania non si andrà lontano. Dobbiamo avere una dimensione europea, con un centro di allenamento, etc ,etc, . Forza presidente ADL, piccoli passi ma decisi. Non rimaniamo bloccati.

      • Ma deprezza per chi, per gli snob? Quando il Parma era sponsorizzato da Parmalat che non ti compravi la maglietta per non fare la figura della busta di latte?

    • parole sante.

Comments are closed.