Sassuolo-Napoli, il club neroverde rimborsa i biglietti ai tifosi azzurri

Le richieste per i rimborsi dovranno pervenire entro e non oltre le ore 15.00 di mercoledì 28 marzo. Il Sassuolo ha specificato che eventuali nuovi ticket dei settori ospiti saranno rimessi in vendita.

Sassuolo-Napoli, il club neroverde rimborsa i biglietti ai tifosi azzurri

Dopo il cambio d’orario

Sassuolo-Napoli, un cambio d’orario e le difficoltà per chi ha (aveva) già acquistato i biglietti. Poi, però, ecco l’intervento del club neroverde. Che, ha avviato avvia la pratica di rimborso per tutti coloro che non potranno seguire la partita dopo lo spostamento del fischio d’inizio alle ore 18.00. Secondo quanto si apprende dal sito ufficiale del club neroverde, le richieste per la pratica dovranno pervenire entro e non oltre le ore 15.00 di mercoledì 28 marzo. La campagna inizierà domani.

Per chi ha acquistato il biglietto online, le modalità di rimborso saranno specificate da Vivaticket tramite email. Queste le disposizioni per i biglietti che torneranno disponibili:

Si informa inoltre che a partire da giovedì 29 Marzo i biglietti effettivamente resi saranno messi nuovamente in vendita; nel caso in cui dovessero tornare disponibili biglietti per il settore di Tribuna Nord, gli stessi potranno essere acquistati anche in Regione Campania. Previa esibizione della Tessera del Tifoso. Resta invece libera la vendita stessa nel resto d’Italia.

Qui il link al comunicato ufficiale diffuso dal Sassuolo. Ricordiamo che i biglietti venduti prima delle disposizioni dell’Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive, cioè quelli acquistati senza l’obbligo di tessera del tifoso per i residenti in Campania, restano validi.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Lasciando l’orario d’origine, le tifoserie erano intente allo stadio a buttare sangue per le proprie squadre, ora hanno pure il modo per coprire il vuoto delle 3 ore in più. Osservatorio ma che “osservi” trovati un lavoro. A Cagliari Mattarella lasciò l’isola alle 12,000 la partita era alle 21,00 hai voglia di personale. Addirittura a Genova, gemellaggio ultraventennale solido come non mai ebbero il fegato di proibire ai napoletani la trasferta col Genoa, “formidabili” le studiano e come studiano sti genii dell’osservatorio. A Roma? non ne parliamo proprio, proibirono le trasferte ai napoletani per tutto il campionato, di un presunto treno fantasma che devastarono i supporters azzurri, un “capolavoro”. Truvatev na fatic, trovatevi un lavoro, jat a faticaaa..solo coi napoletani, quando i napoletani a Madrid ebbero i complimenti del Primo Cittadino il Sindaco di Madrid, in Italia stamm ‘nguaiat.

  2. Chi voleva evitare che i tifosi romanisti e quelli napoletani si incontrassero, hanno ottenuto l’effetto contrario.
    Volendo fare casino, i facinorosi se ve ne fossero, ora hanno il tempo da perdere perché entreranno allo stadio tre ore piu tardi.
    Patiranno i tifosi per così dire tranquilli che torneranno a Napoli nella notte anziché in serata ed in tempo utile per andare pure a a farsi serata

Comments are closed.