Milik: «Le mie sensazioni sono più importanti di quelle del medico del Napoli»

Il centravanti polacco ha spiegato perché si è preso più tempo rispetto a quello stabilito da De Nicola: «Se non tutti lo capiscono, non è un mio problema»

Milik: «Le mie sensazioni sono più importanti di quelle del medico del Napoli»
Foto Ssc Napoli

Alla tv polacca TVP

Milik ha parlato all’emittente polacca TVP sport. È tornato sull’infortunio, soprattutto sul post secondo infortunio. Il centravanti ha sottolineato l’importanza sì del parere del medico ma anche delle sensazioni personali circa i tempi di recupero.

«È il medico sociale a stabilire se il giocatore è pronto o meno. E a me il medico del Napoli disse che ero pronto, però io avevo sensazioni diverse. Non mi sentivo bene, non stavo in campo come dovevo e quindi volevo aspettare ancora un po’. Le mie sensazioni sono molto più importanti di quel che stabilisce il dottore. Mi sono quindi preso più tempo per tornare più forte. Se non tutti lo capiscono, non è un mio problema».

Milik non ha dubbi sulla sua guarigione e sugli standard che potrà raggiungere: «Tornerò al 100% come prima, subito dopo la riabilitazione è normale sentirsi non al meglio, ma quando entro in campo sento l’adrenalina e non ci penso»

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Purtroppo anche quando si parla di pallone, il navigatore medio deve sfogare rabbia e frustrazione. Scusate, ma cosa ha detto Milik di così strano? Che al secondo infortunio grave ha avuto bisogno di un poco di tempo in più per sentirsi a posto: embè? Perché mai queste parole dovrebbero decretare, di per sè, la fine della sua carriera? Boh!

  2. Ci darà i gol più importanti

  3. Mi sembra una non notizia, o quantomeno pretestuosa. Dopo essersi rotto due volte gravemente è comprensibile il voler fare le cose con calma, soprattutto considerando che ha 24 anni e tutta una carriera davanti.

    Si è preso tempo e quando si e scritto pronto è tornato a giocare, la condizione fisica ovviamente non è perfetta ma arriverà.

  4. forse arek ha detto delle cose giuste ma nel modo sbagliato. sempre che la traduzione sia stata corretta.

  5. Grande Arek segna per noiiiiiiiiiiiiiii!!!!

  6. Ecco qua, la frittata é fatta.
    A fine stagione va dato in prestito ad una squadra minore per provare a recuperare giocando con continuità e con meno pressioni. Al Napoli per adesso (e per almeno la prossima stagione) non serve.

  7. Un ex giocatore.

Comments are closed.