Handanovic: «Il Napoli gioca in modo fantastico, l’Inter disturbata dalle voci di mercato»

L’intervista di Samir Handanovic al Corriere dello Sport: «Le speculazioni dei media destabilizzano solo l’ambiente. Dobbiamo imparare a rifiutarle in maniera forte e netta».

Handanovic: «Il Napoli gioca in modo fantastico, l’Inter disturbata dalle voci di mercato»

L’intervista al Corriere dello Sport

Quattro giorni ad Inter-Napoli, e parla Samir Handanovic. Il portiere nerazzurro, intervistato dal Corriere dello Sport, presenta il match di San Siro ma parla anche di altri temi, come ad esempio l’ingerenza del calciomercato nelle dinamiche di una squadra. Intanto, il parere di Handanovic sul momento del Napoli: «Non so se affronteremo una squadra più arrabbiata dopo la sconfitta con la Roma. Loro giocano sempre allo stesso modo: in casa contro il Lipsia hanno perso, ma poi sono andati in Germania e hanno fatto molto bene. Un risultato negativo non deve far pensare che abbiano meritato la sconfitta perché non tutte le gare nascono e finiscono allo stesso modo. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, loro giocano un calcio fantastico, con City e Liverpool sono al vertice d’Europa in quanto a qualità dell’espressione calcistica. Lavorano insieme da tre anni, si conoscono, si divertono, sanno sempre cosa fare. Merito dei calciatori e di Sarri, che ha saputo metterli nelle migliori condizioni. All’andata abbiamo giocato bene, ci è mancata un po’ di qualità nell’ultimo appoggio».

L’Inter e il mercato

Il momento dell’Inter: «A dicembre avremmo potuto essere soddisfatti, ora un po’ meno. Ma il nostro calo è fisiologico. Nel campionato ci sono alti e bassi e questo è sicuramente un momento negativo che dobbiamo superare».

Handanovic e il peso delle voci di mercato: «Oltre al down nelle prestazioni, siamo stati destabilizzati dalle voci di mercato, e mi riferisco ai rinnovi dei contratti, ai tanti giocatori che possono arrivare o andar via e a cose simili. Dobbiamo evitare che certe speculazioni tolgano spazio al campo perché parlare di tutti questi argomenti destabilizza solo l’ambiente. Dobbiamo imparare a rifiutarle in maniera forte e netta. A volte invece queste cose vengono un po’ troppo cavalcate da tutti. Durante una stagione va difeso e protetto il gruppo che c’è. È controproducente sentir parlare sempre di acquisti che devono sostituire chi è già qui e dà il massimo per la maglia».

ilnapolista © riproduzione riservata