De Laurentiis: «Sarri è diventato Sarri a Napoli e mi ha insegnato tanto»

L’intervista di Aurelio De Laurentiis al Mattino: «Inglese arriverà, sul mercato vogliamo potenziare le fasce laterali. Reina? La mia porta è sempre aperta».

De Laurentiis: «Sarri è diventato Sarri a Napoli e mi ha insegnato tanto»

L’intervista a Il Mattino

Riecco Aurelio De Laurentiis. Lunga, lunghissima intervista a Il Mattino e tutti i temi toccati, dal Napoli del passato recentissimo a quello del futuro. Si comincia partendo dall’eliminazione in Champions League: «Mi pesa, a Rotterdam bisognava essere più concentrati. Si poteva vincere comunque, in modo da essere testa di serie nel sorteggio di Europa League. Abbiamo perso anche dei soldini che avremmo potuto investire nel settore giovanile. Certo, ora c’è una Europa League che hanno valorizzato un po’ di di più. Anche se resta una competizione che può sottrarre energie al campionato. Faremo di necessità virtù, faremo tanti cambi e misureremo il valore reale e totale degli acquisti fatti».

Hamsik: «Ogni giocatore ha dei momenti no. Bisogna avere pazienza, non pretendere un risultato immediato»

De Laurentiis su Ounas e Rog e il loro scarso utilizzo: «Sarri è un tecnico fantastico, grazie a lui giochiamo in maniera diversa da tutti gli altri.  I tempi di assimilazione del suo gioco sono più lunghi, ma non vuole distruggere un patrimonio del Napoli. Con Europa League e Coppa Italia, tutti troveranno il loro spazio».

Sarri e la clausola

De Laurentiis non ha paura della clausola di otto milioni: «Non mi preoccupa, non mi sono mai preoccupato. Come tutti i suoi predecessori, anche Sarri si è avvantaggiato del suo periodo a Napoli. È un uomo perbene, mi ha insegnato tanto. Si è elevato al rango di allenatore di primo livello. Se gli altri vogliono rimanere, sono tutti ben accetti».

Gli infortuni e il mercato: «La fortuna sarà fondamentale. I tifosi vorrebbero tanti giocatori uguali nello stesso ruolo, ma non ci sono copie identiche. Quindi pretendere che un terzino sinistro abbia le stesse caratteristiche tecniche di Ghoulam è follia. Vrsaljko, per esempio, mi piace. Ma il presidente dell’Atletico Madrid mi ha detto che lo cede a giugno e non ora, perché anche loro hanno molti impegni. Il resto del mercato? Vogliamo potenziare le fasce, poi mi aspetto il ritorno di Milik. Poi ci sarà Inglese, dato che avremo tante partite, più siamo e meglio è».

De Laurentiis e le sofferenze dell’ultimo periodo: «Il problema è il format: troppe squadre, troppe partite, le nazionali, le amichevoli che non servono a nulla. Così gli allenamenti sono limitati, in questo Sarri ha ragione».

Il San Paolo e gli investimenti strutturali

De Laurentiis e la convenzione con il comune: «Questa sembra essere terra di nessuno. Una città piegata su sé stessa, e per capirlo basta vedere la miopia rispetto a come si vogliono spendere soldi inutili per il San Paolo. Per lo stadio nuovo sto cercando terreni fuori da Napoli, con questa amministrazione non si va da nessuna parte. Con De Magistris non c’è dialogo, non c’è rapporto».

Reina: «Lui è un napoletano doc, la mia porta è sempre aperta. Dipende da lui mettersi d’accordo con me».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. giancarlo percuoco 15 Dicembre 2017, 8:52

    non è il mio lavoro.

  2. C’è poco da fare qualsiasi cosa dica delaurentis i soliti fanatici sarriti avranno da ridire, alla fine la verità è sempre una sola, il peggior nemico del napoli è il tifoso napoletano. Presidè machi te lo fa fare vendi tutti e rispedisci sta squadra in serie C, + di questo sta gente non merita, ci penseranno loro insieme ai corbelli e i naldi a riportare a Napoli scudetti e champions

    • Raffaele Sannino 15 Dicembre 2017, 16:56

      Quando andrà via Aurelio ci sarà il diluvio.A Napoli il calcio scomparirà.A questi livelli ,ovviamente.

      • è un copione già scritto, sabato il napoli farà un buon risultato a torino, e tutti a dire “avete visto il napoli di sarri? è vivo e come, era solo un momento no come capita a tutti” (niente di meno) poi un paio di risultati non felici e diranno ” e grazie se Delaurentis prende Ounas e giaccherini dove dobbiamo andare” e sono 3 ANNI che fanno questo (anzi aggiungiamo pure i 3-4 precedenti), ma ti rendi conto? ma io mi sono proprio rotto, Percoca, riccardi e ricciardino, marasola e compagnia, questo è il nostro tifo, mi è passata la voglia hanno vinto loro, i tifosi del napoli sono i peggiori nemici del Napoli non c’è niente da fare ragazzi, altro che lo straordinario pubblico, ima quale popolo azzurro, qui c’è un popolaccio e della peggiore specie, fidati

  3. era tra quelli che diceva che valdifiori era arrivato prima di Sarri

    • giancarlo percuoco 15 Dicembre 2017, 8:52

      trovami dove l’ho scritto e ti regalo la collezione completa di vacanza di Natale.
      semplicemente non mi interessa se è arrivato prima o dopo.

  4. Secondo me sa già della partenza di Sarti a fine anno. Cmq per una volta non ha scantonato ed è stato financo encomiabile nella difesa del Mister in un periodo difficile. Se solo la smettesse di perc.larci con questa storia dello stadio nuovo fuori Napoli…

  5. giancarlo percuoco 14 Dicembre 2017, 12:34

    è da molto che li cerca questi terreni fuori città. talmente da tanto che è arrivato in Calabria.

  6. Alfonso Di Maio 14 Dicembre 2017, 11:54

    Un presidente che difende il suo allenatore nella difficoltà.
    Che ne è stato del nostro presidente?

  7. Far giocare le seconde linee contro il Lipsia… va beh ciaone

  8. Soldini da investire sul settore giovanile e terreni per lo stadio sono vecchie come le battute dei suoi “capolavoei” cinematografici.

    • E stato proprio una disgrazia che Adl abbia preso il Napoli, prima di lui erano solo scudetti e champions e grandi cambioni calcavano la sempre verde erba del San Paolo che a quanto vedo ha anche degli straordinari effetti allucinogeni

  9. dino ricciardi 14 Dicembre 2017, 9:13

    Uno spunto interessante per gli antiSarriani 🙂

    • dino a me sembra forse + interessante per voi sarriti che lo avete sempre attaccato, e ancora una volta Adl si è dimostrato + sarrita di voi, del resto è lui che lo scoperto ed è lui che lo ha inventato, prima di Napoli Sarri era nessuno, lo ha sempre difeso. Sarri è una sua scommessa personale, cosa che voi sarriti non avete mai voluto accettare se non le prime giornate dl primo anno con le sconfitte a raffica. Oggi vi potete attaccare a qualcos’altro

      • dino ricciardi 15 Dicembre 2017, 8:41

        Non mi ritengo ne Sarrita ne Papponista,mi sento solo un tifoso del Napoli,ho sempre creduto allo ” spalla a spalla” per poter ambire al sogno di noi tutti ma purtroppo credo che sia utopia.
        Quello che non riusciamo a capire noi tifosi napoletani e media locali è che il nemico(e ce ne sono tantissimi)va combattuto fuori dalla nostra porta di casa.
        Dovremmo tutti prendere esempio dai calciatori che fanno corpo unico contro le polemiche locali e nazionali .
        Per quel che mi riguarda credo che abbiamo grandissimi problemi di comunicazione sia da parte di ADL che di Sarri e ciò si ripercuote sull’intero ambiente Napoli.
        Sono due personaggi istintivi e focosi che fanno un enorme fatica a digerire le sconfitte.
        Lo spunto interessante è che il Presidente è contento della gestione che fa Sarri,che il suo allenatore VALORIZZA il patrimonio del Napoli e non lo distrugge come molti di voi sostengono.
        Se ce ne era bisogno basta leggere l’ultima intervista di Mertens :
        “questa è una squadra forte, in cui credo fermamente. Allenata da un comandante, uno che ha cambiato la vita a tutti, ci ha trasformati in un gruppo solido e motivato, ha reso forti giocatori normali. Sarri ci ha trasferito il suo modo di intendere il calcio, una filosofia che ci contraddistingue dagli altri e che ci fa esprimere il nostro gioco nel migliore dei modi: se teniamo la palla, comandiamo sempre noi. Siamo una squadra che si diverte giocando, questo è un valore aggiunto ”.

        Ha reso forti giocatori normali…..avvalora ancora di piu quello che ha detto il Presidente.
        Se lo scotto da pagare è fare un po di panca in piu per entrare negli schemi e nelle rotazioni di Sarri …..pazienza.
        Ma lasciamolo lavorare…..

        • Dino srà che non sei un papponista ma stai sempre ad inzuppare il biscottino su Delaurentis, io vedo solo spallate a chi questo Napoli lo ha preso da un fallimento e portato in champions e con quest’anno sono 4 volte, mai successo prima. Il nemico del Napoli in primis è il tifoso del Napoli, siamo così autolesionisti che secondo me la cosa migliore sarebbe fallire di nuovo passare 40 50 anni in eccellenza cambiare il parco tifosi per completo, e poi forse potremo avere una gestione come quella attuale, una squadra che ha il 5 bacino di utenza e che regolarmente finisce tra le prime 3-4, una società ben gestita e con buoni bilanci, competitiva e con un’ottima rosa che il napoli in 100 anni non ha MAI avuto. Questo non significa che Adl sia perfetto, anzi per me di errori ne fa ogni anno, l’ultimo e + grave è stato quello di consegnare di nuovo il Napoli al masaniello di turno, il signor Sarri, per citarne uno, sul quale so che non sarai per nulla d’accordo. Tu, Giancarlo Percoca, Ricciardi 2 la vendemmia, Marazola, tifate Sarri, io tifo Napoli, lo spalla spalla è incompatibile, vi ho dimostrate già tante volte che sono decine le leggende, da Sarri nn chiede giocatori, smentito da se stesso, alla presunta valorizzazione di giocatori, quando in 2 anni ha gettato al vento centinaia di milioni, Gabbia -17, Maksi-25, Strinic -5, Rui 10 milioni buttati, Rog, -7, Tonelli -10, Valdifiori-6, Diawara -5, Ounas -6, Pavoletti -9, Diawara -6, Giaccherini-2, Grassi -10, aspettando Inglese che è il prossimo della lista. I numeri che vedi sono la differenza tra prezzo di acquisto e vendita, alcuni, come Gabbia con Benitez era arrivato ad essere valutato circa 30, poi con Sarri ceduto a 13, altri prezzo d’acquisto e valore attuale, per esempio Ounas costato 10+2, se si vendesse a Gennaio non prenderemmo neanche 5-6 milioni, e giugno invece se continua così non lo puoi proprio vendere e lo devi dare in prestito. Quando leggo che avrebbe valorizzato giocatori mi vengono i brividi, i presunti valorizzati chi sarebbero Mertens 31 anni a maggio, ma fammi capire chi lo prende a 30 milioni? Koulibaly 60 milioni? ma volete essere seri? K2 per me è un grande, e lo adoro, ma in premier per esempio farebbe la fine di Rudiger, e se una big spagnola lo avesse anche solo considerato per la panca già sarebbe a madrid o a barcellona, smettiamola siamo ridicoli, davvero credi che viene il Barça con 80-100 milioni per Insigne, ma volete atterrare? per me sono i migliori giocatori del mondo perchè sono del Napoli, ma io seguo il campionato spagnolo, quello inglese, è anche solo impensabile, nessun giocatore del napoli sarebbe titolare nelle prime 5 della premier, nelle prime 3 (per budget) della spagna, dimenticati Bayern o psg. Come del resto Sarri se non vince nulla non andrà mai in una di queste squadre, perchè non sono fessi, un city secondo te prende un allenatore che su 6 partite nel girone champions ne perde 4? avendo 2 squadre anni luce inferiori, e un city, di cui tu al massimo conosci 4-5 giocatori, guagliù quando tornerete da Marte potremo parlare di calcio, qundo finirà quest’ennesimo masaniello di pezza, evolete parlare da tifosi del napoli e non da papponisti , io sarò i primo. Purtroppo (senza ironia, perchè mi dispiace tanto) continueremo a sbranarci, ma per me sarà sempre papponisti-masaniellisti contro tifosi del napoli. Ultima cosa, credo che il napoli a torino sabato possa fare risultato c’è stato qualche giorno di riposo in +, niente champions, e credo anche che a fine febbraio inizio marzo ormai fuori d tutto il napoli farà come lo scorso anno un ottimo finale di stagione, schiaffando in panchina sempre e comunque tutti e gocando sempre e solo con i soliti, come del resto lo scorso anno, ma prego che gattuso fallisco alla grande, e che il milan prenda sarri,del resto era quello che sarri desiderava, chi verrà dovrà roccagliere i cocci, spedire a dubai Albiol reina, con Maggio che smetterà, e altri 2-3 che entreranno nella fase finale della carriera ,Calle, Mertens, Hamsik, il signor Sarri in 3 anni ha messo un solo titolare in squadra, Hysaj, e non ha dato un alternativa a questi giocatori nonostante quasi 20 acquisti rendiamoci conto, e non parlo dei titoli che non ha vinto perchè non m’interessano, sono sincero

          • dino ricciardi 16 Dicembre 2017, 8:18

            Nonostante le tue farneticazioni mi stai simpatico,mi diverti,ma faccio fatica a stare dietro ai tuoi papielli.
            Se faccio leggere qui a Milano i tuoi post su Sarri ai tanti Milanisti,Interisti e Juventini,a parte il divertimento a leggerti,mi direbbero che sei da neuro.
            Senza offesa,con simpatia.

Comments are closed.