Sky ci spiega la magia di Giuntoli: De Guzman all’Eintracht per 2 milioni (di soli bonus)

De Guzman era in scadenza di contratto (2018), il Napoli risparmia un anno del suo ingaggio (circa 3 milioni) e incasserà qualcosina dalla sua cessione.

Sky ci spiega la magia di Giuntoli: De Guzman all’Eintracht per 2 milioni (di soli bonus)

Indiscrezioni e applausi

Cristiano Giuntoli non è un direttore sportivo, ma un mago. Il suo ultimo gioco di prestigio in uscita è da applausi a scena aperta. Jonathan De Guzman all’Eintracht Francoforte, e basterebbe già così. Invece, Sky Sport amplia la visione della cosa e fa scrosciare la standing ovation, perché spiega i dettagli dell’operazione. Il centrocampista olandese è stato ceduto dal Napoli in cambio di una cifra variabile, legata essenzialmente a bonus facilmente raggiungibili. La massima cifra raggiungibile è di due milioni di euro, ma il punto dell’affare è un altro: il Napoli risparmia l’ingaggio di De Guzman (1,6 milioni netti, circa 3 lordi) e può introitare qualcosina da un calciatore in scadenza nel 2018. Che, tra l’altro, era fuori dai piani tecnici. E che nell’ultima stagione e mezza ha messo insieme 16 presenze da titolare tra Capri e Chievo. Chapeau, monsieur Cristiano. Sei un genio.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. robertoLEONEda tastiera 7 luglio 2017, 8:42

    De Magistris vuole dare la cittadinanza al Papponista..pardon Napolista

  2. Wa se piazza pure zuniga cittadinanza onoraria a palazzo San Giacomo poi grande festa in piazza plebiscito.

    • Per carità! Un grazie enorme ma niente cittadinanze onorarie! Se leggo altre discussioni su De Magistris rischio di non superare la notte. 😀

  3. Carlo Beccaria 6 luglio 2017, 21:05

    Bravo Giuntoli, bravissimo e lo dico senza ironia.
    Però, per essere completi possiamo anche dire con assoluta pacatezza che 10 milioni per Mario Rui sono da fessi? Possiamo dire con altrettanta pacatezza che 9 milioni per Tonelli rotto, con l’Empoli che ti avvisa con largo anticipo sono un’altro errore madornale? e possiamo per finire aggiungere che Pavoletti, quando ci serviva uno pronto subito e bravo e non uno che per stoppare una palla ha bisogno di un compasso di tre metri e mezzo, è stato pagato davvero uno sproposito?
    Possiamo dirle queste cose? Oppure si passa per pappnisti? Possiamo dirle? Bene, allora diciamole

    • Andrea Filippo Gagliardi 6 luglio 2017, 21:55

      Tonelli ha fato un gran goal di testa nella scorsa stagione:)

      • Domenico Spinella 6 luglio 2017, 22:42

        E ci ha fatto vincere contro la Samp all’andata con il gol al 93′.

      • Carlo Beccaria 6 luglio 2017, 23:05

        Figurati quindi quanto avrebbe potuto dare in più se non fosse arrivato rotto. Perchè il bello è che è arrivato rotto. Non si è rotto dopo il trasferimento, ma prima e lo sapevano tutti, compreso il preparatore atletico del Napoli (ex Empoli) che Tonelli avevano un problema che o operi o ni ti passa mai completamente. Lo sapeva anche Giuntoli e quindi anche il più grande innovatore culturale a Napoli. Ma come dice il secondo: quando mi metto in mente una cosa…..

        • Fabio Milone 7 luglio 2017, 8:50

          Scusa mi dici da quale fonte ufficiale sai che Tonelli fu preso dall’Empoli gia’ sapendo che fosse “rotto”? Grazie.

          • Carlo Beccaria 7 luglio 2017, 12:02

            Da il Napolista stesso che pubblicò un pezzo su una polemica tra napoli e Empoli in cui l’Empoli ricordava che nel dossier clinico inviato al Napoli PRIMA delel firme vi fossero descritte nel dettaglio le particolarità del malanno di Tonelli e che l’unica risoluzione certa del problema prevedeva l’operzione (anche se con tempi incerti sul ritorno). Nello stesso pezzo si riportavano indicazioni di una tensione maturata tra Giuntoli e il preparatore del Napoli, poichè questi aveva ‘avvisato’ ADL che il tipo di problema di Tonelli rendeva davvero difficile pronosticare eventuali ricadute

          • Luigi Ricciardi 7 luglio 2017, 15:37

            Ma quel è il malanno di Tonelli?
            Dall’articolo del napolista in cui si citava non l’ho capito onestamente.
            https://www.ilnapolista.it/2016/08/tonelli-infortunio-cronico-lungo-stop-rabbia-napoli/
            P.S.: ma quindi l’ha comprato DeLaurentiis direttamente, senza passare da Giuntoli diciamo? E’ per questo che dici che era un pallino del Presidente?

          • Carlo Beccaria 7 luglio 2017, 17:12

            No, ovviamente ADL è passato per Giuntoli, il quale lo ha rassicurato del fatto che Tonelli come giocatore era ed è un ottimo difensore.
            ADL ha poi voluto conoscere Tonelli e dagli incontri e dalle telefonate è rimasto affascinato dalla serietà e dalla determinazione di Tonelli (cosa obiettivamente vera, trattandosi davvero di un’ottima persona molto seria e determinata). Quando sono spuntate le cartelle inviate da Empoli – è una prassi che qualifica i rapporti tra le società, poiché se uno ha un problema si evita almeno di fargli fare le visite mediche – ADL ha chiesto pareri anche a Giuntoli e Sarri. Sarri ha scaricato sul preparatore, poichè il preparatore aveva seguito Tonelli anche ad Empoli due anni prima. Il preparatore atletico del Napoli ha dato il suo parere, ovvero: Tonelli ha un problema costante al tendine rotuleo, con un continuo riacutizzarsi del dolore che a certi livelli non ti permette di giocare, nè di allenarti, ma ti costringe ad esercizi mirati. In questi casi siccome l’operazione è invasiva e non ha tempi e garanzie di recupero certi, i giocatori scelgono quasi sempre una strategia conservativa. Ovvero, mi alleno come tutti in assenza di dolere, mi fermo quando il dolore mi costringe a fare solo e soltanto gli esercizi mirati. Altrimenti ti operi e stai fermo come minimo 4-6 mesi. Essendo in procinto di passare al Napoli, Tonelli, giustamente, si è fatto il segno della croce e si sarà detto “speriamo che per un po’ il dolore non torna” (purtroppo poi non è andata così). A quel punto l’accordo con l’Empoli c’era, Sarri se ne era lavato le mani per la questione dell’infortunio e si era limitato a dire” se arriva bene, perchè lo conosco, ci ho lavorato ed è una ragazzo serissimo e un combattente”, se non arriva va bene uguale. Adl ha pensato che non trattandosi di un infortunio ‘meccanico’, valeva la pena comprarlo, tanto il dolore prima o poi sarebbe passato. Il preparatore il suo l’aveva fatto, ovvero aveva avvertito cosa significavano le carte inviate da Empoli. La scelta finale l’ha fatta Aurelio che ovviamente di infortuni non capisce niente (ed è anche giusto che sia così). Dato che ADL è uno che delega pochissimo, manco lo stretto necessario, Tonelli è venuto al Napoli, si è fatto tutto il ritiro e i tre mesi successivi a parte e ADl ha capito – ex-post – che aveva buttato quasi 10 milioni

          • Luigi Ricciardi 7 luglio 2017, 19:53

            Ok chiaro, forse il link che cercavi è quello che trovi nella mia risposta sopra.
            Comunque sono quegli infortuni bastardi, come quello a Zuniga per esempio. Speriamo riesca ad allenarsi adesso e a dare continuità alla preparazione.
            Grazie anche per aver chiarito che non è stato Sarri ad essersi incatenato per averlo…

          • Carlo Beccaria 7 luglio 2017, 20:04

            No ho controllato, il link che tu hai postato è successivo temporalmente, quando sembrava le cose fossero tornate a posto e poi di nuovo tornò il dolore. La questione delle famose cartelle da Empoli venne fuori qualche giorno o una settimana dopo l’ufficializzazione dell’acquisto.
            Zuniga è una storia diversa. Zuniga si è operato per fare un dispetto ad ADL il quale a sua volta prima gli aveva fatto un dispetto non vendendolo alla Juve. Per non venderlo alla Juve, ADL gli elevò l’ingaggio ad una cifra monstre. Zuniga una volta firmato l’ingaggio, decise di operarsi. Nel suo caso l’operazione non era proprio necessaria. Così tornato dall’operazione, Zuniga scopre che non rientra più nè nei piani di Benitez nè in quelli di ADL. Solo che ADL non è più riuscito a sbolognarlo visto appunto l’ingaggio molto elevato

          • Carlo Beccaria 7 luglio 2017, 17:21

            Non sono riuscito a ritrovare l’articolo de Il Napolista.
            Tuttavia in quei giorni (inizio settembre, poco dopo il suo arrivo) anche altre testate davano alcune informazioni circa il fatto che la scelta di prendere comunque Tonelli fu legata alla determinazione di ADL:
            http://www.napolicalcionews.it/news-calcio-napoli/Il-Napoli-conosceva-gia-il-problema-al-ginocchio-di-Tonelli–53165.aspx

    • michele o pazzo 7 luglio 2017, 0:18

      Pavoletti è stato preso mentre a Napoli si discuteva se prenderne 1 o 2 di centravanti, alla fine si è visto che non ne serviva nemmeno mezzo, col senno di poi era meglio portare Zapata a casa, ma col senno di poi è facile….

      • Luigi Ricciardi 7 luglio 2017, 15:33

        Il problema è che Zapata vuole giocare titolare, motivo per cui a Napoli non vuole venire più. Comprensibile dal suo punto di vista, e anche del Napoli…

    • Domenico Lellis 7 luglio 2017, 0:33

      L’operazione Tonelli ancora non mi convince del tutto, proprio perche’ tutti sapevano fosse rotto prima del trasferimento
      A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca……

  4. Comunque Capri e Carpi non sono uguali..Carpi bella, Capri più bella ??

  5. robertoLEONEda tastiera 6 luglio 2017, 20:55

    Sono nuovo di questo sito…mamma aiutam

  6. Federico Villani 6 luglio 2017, 19:51

    C’è l’ufficialità?
    perchè se così fosse sarebbe un operazione da 30 con lode!
    Tutti a santificare Mochi(ottimo professionista ed abile ds, ma non la madonna di pompei..) quando abbiamo diversi esempi italiani di bravura e competenza(come Cristiao Giuntoli)

  7. giancarlo percuoco 6 luglio 2017, 19:20

    Il Papa lo beatifica da vivo, dopo questo miracolo.

  8. ASSAFA’

Comments are closed.