La risposta (civile) dei tifosi della Spal: «Con questi prezzi, il nostro supporto non è scontato»

Il comunicato del Gruppo Curva Ovest, su Facebook: «Speriamo in un incontro con la società Spal per trovare una soluzione concreta a questa situazione».

La risposta (civile) dei tifosi della Spal: «Con questi prezzi, il nostro supporto non è scontato»

Il comunicato su Facebook

È uno dei casi del giorno, per il calcio italiano. La Spal lancia la campagna abbonamenti, i prezzi sono elevatissimi (almeno 415 euro per una curva) e i tifosi rispondono. Con civiltà, con apertura al dialogo. Ma rifiutano comunque i prezzi imposti dal club ferrarese. La nota del gruppo Curva Ovest è stato pubblicato sulla Pagina Facebook.

Tra le righe del loro comunicato, si legge anche la risposta a un attacco al mondo ultras: «Non è stato previsto almeno un settore, la Curva Ovest, con prezzi popolari e accessibili a un normale lavoratore, non sono stati previsti nè pacchetti famiglia nè sconti per i bambini, è stata innalzata la soglia della disabilità per l’accesso al prezzo ridotto. È inacettabile. Sappiamo perfettamente che un rincaro era necessario, ma quello presentato è assolutamente eccessivo e sposterà l’equilibrio economico di tanti ragazzi, ragazze e famiglie che da sempre seguono la nostra amata S.P.A.L. La gratitudine enorme verso questa società, il credito smisurato maturato tra la tifoseria e la stima che abbiamo verso presidente e proprietari della Spal, non ci impediranno mai di tacere su argomenti che affossano il tifo organizzato».

La proposta (civile, anche questa) è quella di un incontro per chiarire la situazione: «Meritavamo più franchezza e un dialogo più approfondito su questa questione. Per noi, i tifosi e la nostra curva vengono prima di tutto e tutti, è così da sempre e per sempre sarà così. Con qualunque società. Nell’auspicio che ci sia un’immediata sospensione della campagna abbonamenti e si possa avere in tempi rapidi un incontro per trovare una soluzione concreta a questa spiacevole vicenda, diciamo fin d’ora che, purtroppo, a queste condizioni il nostro supporto alla squadra, per il prossimo anno, non è affatto scontato e garantito». Sotto, il post completo.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Miguel Anglani 7 luglio 2017, 14:51

    Abbastanza incomorensibile, se si pensa che 100€ in piu su 10mila tessere fruttano solo un misero milione,quando tra tv e altro ne incassano decine e decine.le neopromosse dovrebbero offrire rinnovi “popolari” per premiare chi ha sostenuto la squadra in b, e magari lucrare sui tifosi della domenica che andranno solo alle partite con le big per vedere i campioni.

  2. Questo è lucrare sulla passione dei tifosi senza un minimo di riconoscimento.
    OK che vuoi guadgnare il massimo ma che ne so, almeno ringraziare i piu fedeli con tariffe piu accessibili?
    Almeno loro lo meritano dopo 50 anni senza A

Comments are closed.