Il Corriere della Sera: «Pistocchi non più opinionista Mediaset Premium perché sgradito alla Juve»

Non è nei palinsesti della prossima stagione. Paga il suo essere sgradito alla Juventus. Lui su Twitter: «Sono e rimango un dipendente di Mediaset»

Il Corriere della Sera: «Pistocchi non più opinionista Mediaset Premium perché sgradito alla Juve»

Mediaset gli aveva chiesto di contenersi

Stavolta possiamo dire tranquillamente che lo avevamo scritto più di tutti dell’allontanamento di Pistocchi da Mediaset per il suo essere “troppo” critico nei confronti della Juventus. Adesso lo scrive anche il Corriere della Sera: Maurizio Pistocchi non sarà più opinionista di Mediaset Premium. Mediaset lo ha escluso dal palinsesto dopo 31 anni. Il problema, come anticipato, è la Juventus. Ecco cosa scrive il quotidiano di via Solferino.

“La motivazione ufficiale è la volontà di svecchiamento dei volti del canale, ma sono in molti — anche all’interno della stessa Premium — a pensare che in realtà il giornalista paghi piuttosto la sua schiettezza e i suoi interventi spesso abrasivi: si dice fosse sgradito alla Juventus, che già in passato sarebbe intervenuta per chiederne il «contenimento», e che la stessa Mediaset avrebbe cercato di fargli capire che era il caso di essere più morbido.

La petizione dei tifosi della Juventus

“Sicuramente Pistocchi era inviso a molti tifosi bianconeri che lo scorso gennaio avevano lanciato una petizione online (una petizione non si nega a nessuno…) per farlo licenziare da Mediaset e radiare dall’Ordine dei giornalisti. Lo accusavano di essere «fazioso e irriverente nei riguardi del mondo juventino». All’origine della petizione una battuta via Twitter di Pistocchi sull’abbraccio Buffon-Tagliavento dopo un Juve-Lazio: «Forse staranno parlando del gol di Muntari» con riferimento alla rete regolare annullata al giocatore ghanese in Milan-Juve del 2012.

Pistocchi ha reagito così su Twitter:

 

ilnapolista © riproduzione riservata