Sconcerti: «Una lezione dolorosa, Higuain gigante improprio»

L’editoriale di Mario Sconcerti sul Corsera: «La formazione fantasia non funziona contro chi gioca meglio di te. Non sbilancia i più forti».

Sconcerti: «Una lezione dolorosa, Higuain gigante improprio»

L’editoriale sul Corsera

Mario Sconcerti scrive di Juve nel suo editoriale/commento per il Corriere della Sera. E fa una fotografia impietosa della partita, perché elogia il Real e spertica la Juventus. Che, leggiamo, «ha perso la partita a centrocampo». E «ha giocato davvero male, perché nel secondo tempo ha potuto solo guardare il Real mentre sperava di tenerlo buono per un’altra manciata di minuti e poi vincere».

C’è il tempo anche per una citazione a Maurizio Sarri. Sembra uno dei soliti riferimenti al “rosicare” o agli alibi, ma stavolta ha ragione lui: «Una lezione totale, dolorosa, quasi inconcepibile, ma alla fine corretta. Non si è visto niente della Juve di sempre. È sembrato un ragazzo impreparato Dybala, un gigante nostalgico e improprio Higuain, un allievo Pjanic, un pasticcione Buffon, un apprendista Dani Alves su un avversario troppo più svelto di lui (Marcelo). Va ricordato, come fa spesso Sarri, da questo stesso avversario eliminato, che il Real è campione del mondo. Ma la Juve è rimasta a metà, si è fatta travolgere quasi con rassegnazione».

La parte finale è eloquente nella sua semplicità: «La formazione fantasia non funziona contro chi gioca meglio di te. Sbilancia gli altri, non i pochi più forti».

ilnapolista © riproduzione riservata