L’esclusiva del Telegraph: Mazzarri a rischio, calcio troppo italiano e lingua troppo poco inglese

Nonostante il contratto triennale e i risultati in linea con le aspettative, il Watford non è propriamente contento dell’ex tecnico del Napoli.

L’esclusiva del Telegraph: Mazzarri a rischio, calcio troppo italiano e lingua troppo poco inglese

He doesn’t understand english football

Tre anni dopo Benitez in Italia, al contrario. E con l’aggravante della lingua. A Walter Mazzarri vogliamo bene. Napoli gli vuole bene. Gli è riconoscente, nonostante un innegabile atteggiamento di Napoli come tappa di avvicinamento verso club più grandi, più importanti. Lui la vedeva così, non è andata proprio così. Non gli è andata proprio così, dato che oggi allena il Watford (che è leggermente peggiore del Napoli) e non è neanche certo di essere confermato per la prossima stagione. Il tutto, nonostante risultati soddisfacenti. O almeno in linea con le ambizioni e gli obiettivi del club.

Lo scrive il Telegraphlanciando l’esclusiva. Mazzarri rischia il posto. I problemi sono due: l’atteggiamento troppo difensivo della squadra e una comunicazione non ottimale, con il club e con i media, per via di un inglese «che non ha riscontrato progressi significativi da inizio anno». E che «non promette miglioramenti per l’anno prossimo».

Grazie al contratto fino al 2019, Mazzarri sembrerebbe in una botte di ferro. Eppure, il club non sarebbe contento di questa doppia problematica. Che è un po’ la legge del contrappasso del “non capisce il calcio italiano” che ha colpito molti tecnici stranieri, primo tra tutti Rafa Benitez (ultimo, insieme a Montella, a strappare titoli interni alla Juventus). Tutto il mondo è paese, e ogni paese è abitato da brutta gente. Seguiremo con attenzione la vicenda, tifando ovviamente perché la giustizia trionfi. Almeno quella del risultato. Il Watford, sette punti e cinque squadre sopra la zona retrocessione, è praticamente salvo. Difficile chiedere di più a Walter. Or not?

ilnapolista © riproduzione riservata