Inaugurati a Caivano i campetti di gomma riciclata da pneumatici fuori uso

Niente erba sintetica, quindicimila chili di gomma riciclata per un campetto polivalente al Parco Verde di Caivano

Inaugurati a Caivano i campetti di gomma riciclata da pneumatici fuori uso

Quindicimila chili di gomma riciclata

Un campetto di calcio in piena regola quello inaugurato ieri mattina al Parco Verde di Caivano, in provincia di Napoli. Niente erba da calpestare, però, per i giovani calciatori, al suo posto 15mila chilogrammi di gomma riciclata da pneumatici fuori uso. Il nuovo spazio di aggregazione e socializzazione è stato realizzato con l’impegno del Consorzio Ecopneus nell’ambito del “Protocollo contro l’abbandono dei pneumatici fuori uso nella Terra dei Fuochi”.

Alla cerimonia di inaugurazione, oltre ai bambini delle scuole di Caivano, il direttore generale di Ecopneus, Giovanni Corbetta, il sindaco di Caivano Simone Monopoli, il vicesindaco di Napoli con delega all’Ambiente, Raffaele Del Giudice, il neo commissario di governo per la Terra dei Fuochi, Michele Campanaro e Antonio Marotta direttore generale della Geos Environment. Con loro, in qualita’ di “padrone di casa”, Bruno Mazza volontario e fondatore dell’associazione “Un’infanzia da vivere”.

Rimosse sedicimila tonnellate di pneumatici fuori uso

Per i bambini e ragazzi di questa associazione, e non solo, il nuovo spazio green di Parco Verde. Di “un altro passo avanti, un nuovo presidio di legalità e di trasparenza oltre che ludico per i ragazzi” ha parlato all’Agenzia Dire il sindaco di Caivano, Simone Monopoli. Primo cittadino che ora chiede “un’attenzione in più delle istituzioni verso Caivano e verso tutta la provincia di Napoli affetta da un degrado sociale ed economico di altissimo livello”. Per il vicesindaco di Napoli, Raffaele Del Giudice, è questo il miglior modo per far capire ai ragazzi l’importanza del riciclo e del riuso e come può essere importante rispettare le regole circa lo smaltimento dei materiali inquinanti.

In Campania il Protocollo, firmato da ministero dell’Ambiente, Incaricato per il contrasto dei roghi in Campania, Prefetture e Comuni di Napoli e Caserta ed Ecopneus, ha già consentito di rimuovere oltre 16mila tonnellate di pneumatici fuori uso (Pfu) dal territorio autolesionisticamente ribattezzato Terra dei fuochi. Pneumatici così sottratti alle pratiche criminali che li fanno diventare spesso innesco per i roghi che affliggono il territorio e sono stati invece recuperati per ottenerne gomma riciclata per tante valide applicazioni, proprio come i nuovi spazi per lo sport e il gioco realizzati a Caivano.

Il campo sportivo polivalente e l’area giochi sono state realizzate dall’azienda casertana Sama e sono costituiti da uno strato antitrauma contenente circa 15.000 kg di gomma riciclata da pneumatici fuori uso, su cui è stata poi stesa una resina acrilica colorata. Nel campetto sportivo sono state poi tracciate le linee da gioco per le varie discipline mentre nell’area giochi sono state installate delle attrezzature ludiche come scivoli e altalene.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Vediamo quanto dura.

Comments are closed.