Il rendimento esterno del Real in Champions: Zidane peggio di Ancelotti e Mourinho

Il tecnico francese non raggiunge il 50% di vittorie in trasferta, quota toccata da Mourinho e abbondantemente superata da Ancelotti (66%):

Il rendimento esterno del Real in Champions: Zidane peggio di Ancelotti e Mourinho

Le ultime sei Champions League

Il Real Madrid raggiunge almeno la semifinale di Champions League dalla stagione 2010/2011. Nessuno è così continuo, neanche il Barcellona e il Bayern Monaco. Da Mourinho a Zidane, passando per Ancelotti (e la parentesi Benitez), le merengues hanno una tradizione europea spaventosa. Ovviamente, gran parte dei successi sono costruiti in casa, al Bernabeu. Il Real non perde in casa, nella massima competizione continentale, da marzo 2015: ininfluente 3-4 contro lo Schalke 04. Quella contro i tedeschi è l’unica partita persa fino alla semifinale di andata della stagione 2010/2011, 0-2 contro il Barcellona.

In trasferta, i numeri restano eccezionali ma assumono caratteri “umani”. Soprattutto nella gestione di Zidane, che non ha un record proprio eccezionale: 2 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta in 6 partite europee giocate in trasferta. Tre nello scorso anno, ottavi, quarti e semifinali; tre nei gironi di quest’anno. Una percentuale di vittorie inferiore al 50%, che si aggiunge al dato poco edificante di 9 gol fatti e 8 subiti. Nella scorsa edizione, tutto in perfetta parità: la vittoria per 2-0 a Roma e la sconfitta per 2-0 a Wolfsburg. Più lo 0-0 nelle semifinali a Manchester contro il City. Quest’anno, pareggi in casa del Borussia Dortmund e del Legia Varsavia e vittoria all’ultimo minuto contro lo Sporting a Lisbona.

Prima di Zizou

Nelle annate precedenti, le cose erano andate decisamente meglio. Lo stesso Benitez, seppure solo nei gironi, aveva messo insieme due vittorie, un pareggio e soli tre gol subiti, tra l’altro tutti a leopoli contro lo Shakthar Donetsk (3-4). Il pareggio fu uno 0-0 in Francia contro il Psg.

Se vogliamo considerare troppo breve la parentesi-Benitez, andiamo ai periodi Ancelotti (due stagioni) e Mourinho (tre stagioni). Per ogni annata, 6 partite giocate in trasferta e percentuale di vittorie pari o superiore al 50% in cinque occasioni. Per Ancelotti, 8 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte in 12 match; per Mourinho, 9 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte in 18 partite. Solo nel 2012/2013, anno della semifinale persa contro il Borussia Dortmund, il tecnico portoghese ha abbassato la sua media. In 6 partite, solo 2 vittorie, un pareggio e ben 3 sconfitte. La percentuale di vittorie, in ogni caso, è ancora più alta di quella di Zidane: l’uomo di Setubal raggiunge il 50%. Ancelotti è assoluto dominatore di questa speciale classifica: il suo Real da trasferta raggiunge il 66% di successi.

ilnapolista © riproduzione riservata