Sousa: «Siamo riusciti a non lasciar giocare una squadra di qualità come il Napoli»

Sousa: «Siamo riusciti a non lasciar giocare una squadra di qualità come il Napoli»

Non ho parlato con Alonso e Tatarasanu, ho fatto i complimenti ai ragazzi. Ci è riuscito dall’inizio di non lasciare giocare una squadra di qualità. Il cuore di questi ragazzi è enorme. Nel secondo tempo abbiamo cominciato a sbagiare passaggi semplici nelle transizioni offensive, ci siamo allungati, una squadra organizzata come il Napoli ne ha approfittato e ha cominciato a guadagnare fiducia.

Spareggio contro la Roma? La forza ce lo dà quel che abbiamo fatto fino a oggi. Abbiamo alzato le aspettative che erano molto basse. Siamo usciti contro una squadra forte come il Tottenham, i ragazzi hanno mantenuto qualità della prestazione e questo rientra nel discorso di cultura che porto avanti spesso.

Siamo più penalizzati della Roma perché abbiamo meno giorni per recuperare. Ma siamo fiduciosi nella nostra metodologia per il recupero psico-fisico. Sono fiducioso, faremo prestazione di alto livello.

Kalinic? Gli attaccanti vivono del gol. Oggi ha avuto l’opportunità giusta per aiutarci a vincere, ha calciato troppo bene e ha preso una traversa. Abbiamo tanti calciatori che possono segnare. 

Domanda sul Napoli e le chance di scudetto. Nessuno nella vita si deve arrendere in nulla, il motore della conquista deveessere sempre ilsogno di crederci in tutto, io faccio coì e cerco di coinvolgere tutti quelli che sono attorno a me, nella vita come nello sport. Quandosi arrende ha perso. 

Ricorso per Zarate contro la Roma. Sono fiducioso, vediamo. Tatarasanu è cresciuto molto, nella sua identità e nella sua personalità. Tello ha fatto altri scatti, Mati Fernandez ha fatto una buona partita ma ha speso tante energie. Perciò ho sostituito lui e non Tello per Bernardeschi. 

ilnapolista © riproduzione riservata