Nell’ultimo mese il Napoli tira di più in porta, è diminuita la precisione

Nell’ultimo mese il Napoli tira di più in porta, è diminuita la precisione

Sarà necessario attendere probabilmente l’ultimo turno di febbraio prima di capire se davvero il campionato può riaprire le iscrizioni ad altre concorrenti oltre a Juventus e Napoli. Ad oggi i numeri dicono che le inseguitrici hanno ridotto un po’ il distacco rispetto alle battistrada, che come era naturale che fosse non potevano seguitare a vincere tutte le partite una dietro l’altra. Il ritorno delle coppe europee ha scombinato un po’ le carte, ma l’enorme vantaggio accumulato in precedenza (+10 punti sulla terza) sta offrendo comunque un margine d’errore alle due squadre in testa. A guardare i numeri (anche se poi l’impressione dal campo potrebbe sembrar diversa), è la Roma la squadra più in forma del momento con le sue cinque vittorie di fila, quattro delle quali ottenute però con le ultime classificate, segue la Juventus con 13 punti, Fiorentina e Milan con 11 e Napoli con 10. 


Gli azzurri hanno conquistato solo un punto nelle ultime due gare, ma è difficile parlar di crisi perché i numeri confermano la costanza di rendimento (occasioni create, tiri fatti e concessi, numero passaggi nella trequarti offensiva, etc), ciò che sta mancando è la trasformazione in rete della mole di gioco. Un leggero e fisiologico appannamento che accade purtroppo nel mese più complicato per calendario ed avversari.

Nelle ultime 10 gare invece la media punti del Napoli è ancora costante a 2,50 punti (8V 1P 1S), seconda solo alla Juventus che è invece scesa a 2,80 punti. Seguono Roma a 2,10 e Fiorentina a 2,00, invece l’Inter resta a quota 1,90. Guardando gli ultimi due mesi, si può dire che la corsa alla terza piazza è ristretta a giallorossi e viola che hanno incrementato la loro media punti superando in proiezione quota 70 (che è la soglia storica minima per centrare la 3° posizione).

Il Napoli continua ad essere la squadra che tira di più in Serie A, addirittura nell’ultimo mese ha incrementato la sua media tiri a partita da 15,04 a 17,31, diminuendo però la precisione dal 46 al 44% (dati sqwakwa.com). Minor precisione nel finalizzare le azioni (tiri ed assist) e dunque maggior difficoltà a realizzare.

Un altro numero interessante del Napoli è 21%, ossia il tempo di gioco trascorso nella propria trequarti difensiva, ed è il dato più basso di tutta la Serie A e che restituisce chiaramente l’immagine degli ultimi tre match in cui la squadra è stata fermata da una rete degli avversari nelle rarissime sortite offensive concesse. In media inglese il Napoli scende a +5 mentre la Juventus resta a +8, torna ad un andamento neutro la Fiorentina che va a zero, mentre ancora negative sono Roma (-2), Inter (-4) e Milan (-8).

ilnapolista © riproduzione riservata