A Liverpool è già polemica per il caro biglietti del nuovo Anfield Road

A Liverpool è già polemica per il caro biglietti del nuovo Anfield Road

Per i dirigenti del Liverpool, la scelta di Klopp rappresenta uno dei tasselli per riportare i Reds ai vertici del calcio inglese. Un secondo pezzo di questo mosaico sarà l’ampliamento di Anfield – circa 10/15 mila posti in più – da completare per la fine di questa stagione.

In realtà se da un lato, nonostante la finale di League Cup, i risultati del Liverpool in Premier continuano ad essere altalenanti, dall’altro l’estensione di Anfield comporterà un sensibile aumento del costo dei tagliandi.

Infatti il club ha annunciato che nella Main Stand alcuni posti potranno arrivare a costare oltre 100 euro [77 £]. Il Liverpool Supporters Committee ha giudicato “moralmente inaccettabile” quest’aumento: «Il risultato è estremamente deludente ed è un’occasione mancata dal Liverpool per avere un approccio più giusto al prezzo dei biglietti. Dopo mesi di tempo e fatica, incontri e scambi di idee per pianificare un abbassamento dei costi, i proprietari hanno scelto di alzare i prezzi per molti.»


La speranza del Comitato dei supporter era che attraverso nuovi introiti commerciali, soprattutto provenienti dalle tv, fosse possibile consentire alle nuove generazioni di accedere ad Anfield «Ci siamo impegnati con il club in uno spirito di cooperazione e disponibilità al compromesso. Per dare a questa fase le migliori possibilità di successo […] Le nostre proposte erano le seguenti : 1) Almeno il 70 % dei biglietti “of the ground” da pagare con un prezzo abbordabile [30 £ secondo noi]; 2) Fine del match categorisation; 3) Aumento dei giovani tifosi all’interno di Anfield.

Il Committee promette nuove iniziative, intanto lo chief executive dei Reds, Ian Ayre ha risposto tramite il sito ufficiale del Liverpool, ribadendo di prestare grande attenzione alle opinioni dei tifosi e confermando la volontà di aumentare l’accessibilità all’impianto. Ayre ha sottolineato nel corso dell’intervista che la società sta portando diverse iniziative in questa direzione: 1) Revisione del prezzo dei biglietti; 2) 2500 posti, per le partite di Premier, saranno riservati ai giovani ed alcuni tagliandi potranno costare 12 euro [9 £]; 3) 50 tickets per match saranno distribuiti liberamente tramite lo Young Fan Initiative; 4) il 64 % del prezzo degli abbonamenti o rimarrà lo stesso oppure diminuirà.

Come spesso riportiamo sul Napolista, i temi del caro-biglietti e l’accessibilità agli stadi continuano a rimanere centrali nel dibattito.
Alfonso Noël Angrisani

ilnapolista © riproduzione riservata