Sconcerti punge il Napoli di ieri: «Se gioca così, avrà sempre un punto in meno»

Sconcerti punge il Napoli di ieri: «Se gioca così, avrà sempre un punto in meno»

Juventus-Napoli secondo Mario Sconcerti sul Corriere della Sera. 

“Il gol di Zaza segna una superiorità che non c’è stata, ma lascia il Napoli al suo lato scolastico, alla poca attitudine a forzare la partita. Non ha cercato niente di più nemmeno la Juve. È come se le due squadre si fossero riconosciute un’equivalenza non superabile e avessero scelto di dare al resto del campionato il compito di scegliere. Poi il colpo di vento, così leggero e così quasi di passaggio da sembrare ingiusto. Ma c’è stato, è avvenuto. E nel calcio quello che avviene è sempre giusto, ha sempre un perché”.

“Il Napoli si è accontentato di fare il suo compito, di mostrare alla Juve di essere all’altezza. La Juve l’ha anche accolto volentieri nella sua metà campo, preferisce sempre chi le lascia il contropiede. Il Napoli è stato troppo tattico, troppo attento. Alla fine ha deciso un limite, ha segnato il terzo uomo, quello in più. Quello che ti sembra sempre di poter non avere, ma che fra grandi squadre spesso fa la differenza. Domina lui, Zaza. Alle sue spalle una Juve straordinariamente concentrata e attenta, ma non più forte del Napoli. Se il Napoli vorrà dare di più. Quello di ieri avrà sempre un punto in meno”.

ilnapolista © riproduzione riservata