Il Chelsea torna a vincere, 3-0 al Bolton

Allo Stamford Bridge, sotto gli occhi di Abramovich e col tifo incessante dei suoi tifosi, il Chelsea torna alla vittoria nella Premier League dopo una serie di quattro partite senza successi (tre pareggi e una sconfitta), battendo il Bolton (3-0), terzultimo in campionato e seconda peggiore difesa della Premier (54 gol incassati in 27 partite). Considerando anche le partite di coppa, è la seconda vittoria del Chelsea in otto partite, reduce peraltro dalla sconfitta di Napoli per la Champions.

Dopo un primo tempo sofferto, col Bolton chiuso in difesa, il Chelsea ha trovato la vittoria nella ripresa andando in gol col difensore Luiz, dopo una combinazione con Drogba (48’), raddoppiando con Drogba di testa su calcio d’angolo (61’) e chiudendo il punteggio con Lampard (79’) in piena libertà per il tiro sul cross lungo di Ivanovic.

La vittoria consente al Chelsea di piazzarsi al quarto posto (valido per la qualificazione nella prossima Champions) superando momentaneamente l’Arsenal che giocherà domenica contro il Tottenham in un atteso derby londinese col Tottenham terzo (53 punti), l’Arsenal (43) e il Chelsea in mezzo a quota 46.

Il Chelsea gioca praticamente al completo con le sole assenze degli infortunati Terry (non ci sarà nel match di ritorno col Napoli) e Bosingwa. Ivanovic è il terzino destro con Cole a sinistra, centrali Cahill e Luiz. C’è Lampard dal primo minuto nel centrocampo ridisegnato da Villas-Boas con Essien centrale, un po’ arretrato, e Ramires a destra. Le solite tre punte con Sturridge, Drogba, e Mata.

Il Bolton si schiera per un match di totale difesa (4-4-1-1). E’ una formazione di buona tenuta fisica, ma tecnicamente mediocre. Nel primo tempo ha più energie del Chelsea, arriva prima sulla palla (e poi la spreca) e sul gioco alto nella sua area si fa valere.

Primo tempo orribile col Chelsea lento e impreciso che va a cacciarsi senza chance nella unitissima difesa del Bolton. Nei primi 45 minuti, il portiere ungherese Bogdan non deve fare nessun intervento di rilievo, appena una uscita su Lampard (8’) nell’unica azione veloce e in profondità del Chelsea.

Nel finale del primo tempo, il Bolton si affaccia nell’area londinese. Pratley spreca una buona opportunità (39’). Lo stesso giocatore invoca un rigore, ma è ammonito per simulazione (42’). Tiro alto di Miyachi su un contropiede che coglie impreparata la difesa del Chelsea (45’). La difesa del Chelsea continua a non convincere se va sotto pressione.

Il vantaggio immediato nella ripresa tranquillizza la formazione di Villas-Boas che ora ha più campo per attaccare perché il Bolton viene avanti per recuperare lo svantaggio. La difesa del Chelsea va in difficoltà sulle accelerazioni del giapponese Miyachi, ma l’imprecisione dei passaggi finali del Bolton consente ai Blues di non subire gol.

Tuttavia, Rio-Coker ha una grossa opportunità per pareggiare, con la difesa del Chelsea in difficoltà, però il centrocampista del Bolton conclude a lato (51’). Il Chelsea, ora, sbaglia di meno e attacca meglio. Un colpo di testa di Luiz batte sul palo (55’) e Drogba scheggia la traversa (56’) con un bel tiro da sinistra.

Arriva il raddoppio. Sul corner di Lampard, perentorio il colpo di testa di Drogba in gol (61’). A questo punto il Bolton non ha più chance e il Chelsea gioca con buona convinzione.

Entra Torres per Drogba infortunato (76’), ma lo spagnolo, che non segna da 22 gare, fornisce ancora una prestazione deludente. Nei venti minuti che sta in campo una conclusione maldestra a lato, un cross sbagliato e un colpo di testa alto su corner di Lampard.

C’è anche Kalou per Sturridge (80’) e Obi per Ramires (88’). Nel frattempo, Lampard segna il tris (79’), undicesimo gol in stagione, 150 reti in carriera, un record per un centrocampista.

Nel Chelsea, modesta prestazione di Mata sofferente a un piede per un pestone preso a Napoli. Non ha entusiasmato neanche Sturridge. Buona la partita di Drogba che è tornato a segnare dopo due mesi. Bene in partita Lampard. Ivanovic si è proiettato in attacco più di Cole. E dalla difesa si è sganciato spesso Luiz trovando il suo terzo gol in questa stagione.

La vittoria dovrebbe rincuorare Villas-Boas. Prima di riaffrontare il Napoli, nel match di ritorno a Londra (14 marzo) per gli ottavi di finale della Champions, il Chelsea giocherà in campionato sul campo del West Bromwich e contro lo Stoke City allo Stamford Bridge, due gare non difficili. In più dovrà rendere visita al Birmigham per la Coppa d’Inghilterra (prima partita chiusa 1-1), match a eliminazione, più impegnativo per i Blues.

Il Chelsea (4-3-3) ha giocato con Cech; Ivanovic, Cahill, Luiz, Cole; Ramires (88’ Obi), Essien, Lampard; Sturridge (80’ Kalou), Drogba (76’ Torres), Mata.

MIMMO CARRATELLI

ilnapolista © riproduzione riservata