Domenica tutte alle 15, e alla radio si farà festa

Hanno rinviato Roma-Inter, hanno anticipato Milan-Napoli, e c’è chi festeggia da lassù. Me li vedo Sandro Ciotti ed Enrico Ameri a brindare con il generale inverno. Ce l’hanno fatta. Loro sono gli unici che festeggiano perché gli stadi italiani non si sono sottomessi alla tv. Un tuffo nel passato. Cuffiette nelle orecchie, magari sotto il cappellino di lana e “Tutto il calcio minuto per minuto” tornerà ad essere campo centrale della domenica calcistica. Per una volta alle 17 o poco più la classifica letta dallo studio sarà definitiva. Per una volta i giornali non saranno costretti ad aspettare le 24 per fare e disfare pagine, scrivere e riscrivere articoli. Ci voleva il freddo per farci ricordare il tepore di un calcio lontano.

ilnapolista © riproduzione riservata