Una giornata perfetta
per aspiranti piagnoni

Se fossimo stati tifosi della Roma, oggi avremmo dato ampio spazio a due notizie che riguardano il rapporto tra il Napoli e gli arbitri. La prima è la designazione del livornese Banti per la sfida di sabato alle 18 contro la Fiorentina.  E’ lo stesso direttore di gara che lo scorso anno negò un rigore grande quanto una casa a Lavezzi solo davanti a Frey. Sì, certo, il Pocho si attardò in maniera irritante consentendo il recupero di Felipe, ma il fallo fu clamoroso. Potevamo andare sul 2-0 e invece sull’azione successiva loro pareggiarono e poi vinsero 3-1. Nella corsa alla Champions tutti ricordano la sconfitta col Parma (con espulsione di Quagliarella), ma nessuno quella con la Fiorentina che ebbe un peso altrettanto rilevante.
L’altra notizia è una classifica riportata dall’Agenzia Asca che rivede la classifica del campionato alla luce degli errori arbitrali che hanno influenzato in maniera decisiva i gol. Ecco, secondo questa graduatoria – che ovviamente va presa con le dovute cautele – in testa alla classifica ci sarebbe proprio il Napoli.
Piagnoni non lo saremo mai. Quest’anno credo che gli errori arbitrali si siano compensati adeguatamente, fatta eccezione forse per l’espulsione a Pazienza contro il Milan, nel primo tempo, per doppio cartellino giallo: una sanzione che condizionò pesantemente il match. Sabato, quindi, stiamo tranquilli, giochiamo come sappiamo, cerchiamo di non focalizzare la nostra attenzione sull’arbitro. La Fiorentina la possiamo battere con le nostre forze. Basta non sottovalutarla.
Massimiliano Gallo

ilnapolista © riproduzione riservata