Primavera ko, in finale ci va la Lazio

Sarà derby capitolino la finale della seconda edizione del torneo Tirreno e Sport. Al Fattori di Civitavecchia la Lazio supera di misura il Napoli e vola dritta in finale contro i giallorossi di Alberto De Rossi. Partono meglio i partenopei che sfiorano il gol in apertura con un destro del brasiliano Caio fuori di un niente. Viene fuori la Lazio con il solito Ceccarelli che prova a inventare da solo la giocata vincente. Poca l’assistenza dei compagni e poche le azioni pericolose nel primo tempo da entrambe le parti. Nella ripresa sono ancora i biancocelesti a provare a cambiare marcia, mettendo sotto pressione la difesa azzurra. Ceccarelli è una saetta sulla fascia sinistra, tenendo in costante apprensione i difensori napoletani. Timide le reazioni degli uomini di Miggiano che si affidano ai solo lampi di classe di Signorelli. Vilkaitis prova a staccare da calcio d’angolo, ma non trova la misura giusta, Capua si divora un rigore in movimento. Poi la svolta, Ceccarelli punta Petrarca già ammonito che lo falcia sotto gli occhi dell’arbitro. Inevitabile il secondo giallo e Napoli in inferiorità numerica. La Lazio prova l’ultimo assalto e trova il gol qualificazione al 32′ s.t., Capua mette un pallone al centro, Barreto è il più abile a smarcarsi nell’area di un avversario e battere sul primo palo l’incolpevole Sepe. Minuti finali nervosi senza occasioni, i ragazzi di Bollini affronteranno domani sera alle 20.45 a S.Marinella i cugini della Roma

ilnapolista © riproduzione riservata