Cavani: “Grazie Napoli, ci divertiremo”

Un giorno tutto per lui. Timido, abbozza qualche sorriso è di poche parole ma efficaci. Il primo ringraziamento è per il Pocho Lavezzi che gli ha lasciato la numero 7. “Ringrazio Lavezzi è stato molto gentile  Dall’inizio dissi che mi avrebbe fatto piacere averla, perchè il 7 è un numero che mi piace. “Sono felice di essere qui”. hanno tutti dimostrato  fiducia in me, questa è la cosa più importante. Ora devo ripagare sul campo. L’affetto della gente ieri al San Paolo è stato incredibile, mi piace davvero tanto. Mi sono sentito subito a casa”. Poi il rapporto con Mazzarri “Mi ha trattato benissimo, possiamo costruire qualcosa di grande “.  Non sarà facile inserirsi in un attacco fortissimo come quello azzurro: ” Non so chi giocherà, io sono abituato a dare il massimo. Voglio arrivare – come il resto della squadra – più avanti possibile nelle tre competizioni”. 
Sta lavorando, ma il debutto del giocatore uruguagio è ancora incerto. “Io ho fatfto i Mondiali, mi sono fermato 20 giorni. devo ritrovare la giusta concentrazione. Non so quando sarò al top. E’ vero che ho fatto i mondiali, magari potrrei scendere in campo anche subito, ma la realtà è diversa. Devo ritrovare il ritmo giusto.: “Bologna? Non lo so. Il triangolare a Palermo? Mi piacerebbe”. Ma è convocato da Tabarez per l’amichevole dell’Uruguay con l’Angola l’11 agosto. Solo una deroga: “Io adesso penso solo ad allenarmi, voglio essere al top in vista del debutto in Europa. Poi a fine mese comincia il campionat. Penso ch equi ci siano tutti i presupposti per vincere e divertirsi.

ilnapolista © riproduzione riservata