Il gol di Fabio inguaia Aurelio e Walter

Il gol di Quagliarella ha fatto disperare De Laurentiis e Mazzarri, ne sono certo. Il primo ha visto sfumare quasi definitivamente l’ipotesi di una cessione milionaria del suo attaccante, il secondo dovrà ridisegnare il progetto tattico del Napoli per il prossimo anno.
Andiamo con ordine e cominciamo dall’ondivago Aurelio. Nelle sue peripezie dialettiche riesce quasi sempre a far brutta figura, sia sotto il profilo dell’educazione che dal punto di vista calcistico. Le ultime due grezze (come direbbe lui) le ha inanellate parlando di Pazzini e Toni, che lo hanno messo a posto con il garbo che (purtroppo) gli manca. Una delle poche volte che aveva detto qualcosa di sensato ("Che ce ne famo de ‘sto Quagliarella se già c’avemo er Pocho…Napoli-Atalanta, fine campionato 2008/09) si è poi smentito da solo. La stagione di Quagliarella in azzurro è stata alterna come l’umore di De Laurentiis, che quando ha sentito l’odore dei rubli ha pensato di fare l’affare. Adesso, se vende Fabio farà la figura dell’affarista e chi lo è non vuole apparirlo: quindi non lo cederà e starà maledicendo Lippi per averlo mandato in campo facendogli perdere tanti milioni.
Mazzarri, invece, il quadro in testa ce l’aveva chiaro sin dall’inizio: il prossimo anno tridente con Hamsik-Lavezzi-Toni (con il cedibile Quagliarella alternativa agli ultimi due, Denis sbarcato altrove e un’altra punta giovane in panchina al posto dell’amico di Cappella, al secolo Hoffer). Fabio da Castellammare non è il "suo" centravanti (e basta con ‘sta storia di Cassano-Bellucci…perchè ti può andar bene un anno, caro Walter, ma se quello dopo non prendevi Pazzini a gennaio rischiavi di retrocedere). Adesso, Mazzarri dovrà (ri) promuovere Quagliarella titolare in un ruolo che al giocatore non piace e che per l’allenatore non è in grado di interpretare al meglio. Al posto di Denis dovrà arrivare un altro Denis (ma a Fred gli hanno detto che se viene si accomoda in panca?) e noi ci crogioleremo un altro anno nel dubbio se Quagliarella può fare o meno la prima punta: maledetto Lippi.
<strong>Luca Salvia</strong>
<div>P.S. Nessuno ha garantito al Napoli il posto nei gironi di Uefa (io la chiamo così) quindi la logica dell’alternanza va in vigore, si spera, dal 26 agosto e non prima!</div>

ilnapolista © riproduzione riservata