ilNapolista

L’Irlanda non garantisce il pubblico e Dublino potrebbe essere esclusa come sede degli Europei

La nota ufficiale della federcalcio: “Non siamo nella posizione di assicurare anche un afflusso minimo. Ne discuteremo con l’UEFA”

L’Irlanda non garantisce il pubblico e Dublino potrebbe essere esclusa come sede degli Europei

Con una nota apparsa sui propri canali ufficiali, la FAI (federcalcio irlandese, ndr) ha annunciato che in accordo col governo non è possibile garantire il pubblico negli stadi.

La Football Association of Ireland, su consiglio e direttive del governo, ha oggi notificato all’UEFA che a causa della pandemia di coronavirus non è nella posizione a questo punto di dare rassicurazioni su un minimo afflusso di pubblico nelle gare di Euro 2020 che si dovranno svolgere a Dublino.

Così facendo, abbiamo avvisato l’UEFA che il problema verrà tenuto sotto osservazione e che le autorità locali e nazionali continueranno a discutere delle varie questioni con l’UEFA. Tutti i partner per l’organizzazione delle partite riconoscono le sfide presentate dalla presenza del pubblico all’Aviva Stadium per le gare in programma in estate e che le questioni di salute pubblica sono nella massima considerazione nell’organizzazione degli eventi.

Una situazione che mette l’UEFA davanti ad una scelta: aspettare un eventuale parere favorevole dell’Irlanda al pubblico o decidere subito per un cambio di programma, escludendo Dublino (dove si dovrebbero giocare quattro partite) dalle sedi ospitanti dell’Europeo itinerante.

ilnapolista © riproduzione riservata