ilNapolista

Tebas: “Il TAS è morto, il Manchester City fa spese con i petrodollari degli Emirati”

Il presidente della Liga a ESPN: “Sappiamo tutti cosa fanno. Il TAS dovrebbe essere un organo trasparente ma è l’esatto opposto”

Tebas: “Il TAS è morto, il Manchester City fa spese con i petrodollari degli Emirati”

Javier Tebas torna all’attacco del Manchester City. Il presidente della Liga ha rilasciato un’intervista a ESPN in cui ha affrontato nuovamente la sentenza del TAS che ha riammesso il club inglese alle competizioni europee.

Sappiamo tutti cosa fanno al City. Quando furono puniti nessuno nel calcio europeo si sorprese. Non che fossimo felici, ma c’era un senso di giustizia contro questi grandi club di proprietà statale, come il Paris Saint-Germain. I Citizens giocheranno la Champions League l’anno prossimo perché il TAS ha fatto le cose nel modo sbagliato, non perché il Manchester le abbia fatte correttamente.

Quando si potrà leggere la sentenza completa, lo farò e dirò a Guardiola di cosa sono convinto. Ho avuto dubbi sul TAS per molti anni per altre cause, ma ora è morto. Dovrebbe essere trasparente e invece è l’esatto opposto.

Tutti sapevamo che stavano aggirando le regole. Il PSG e il City sono i club che hanno speso di più negli ultimi cinque anni. Non è come il Manchester United che si procura denaro con tv e sponsor. Loro fanno spese con i petrodollari degli Emirati, fanno quello che vogliono, dagli sponsor fittizi ai naming right gonfiati dello stadio. Così si crea una situazione economica molto pericolosa.

ilnapolista © riproduzione riservata