Il Napoli spreca l’impossibile: 0-0 con la Fiorentina

Milim si divora il gol partita nel recupero. Nel primo tempo, due se l’era mangiati Mertens. Si è rivisto un ottimo Allan.

Il Napoli spreca l’impossibile: 0-0 con la Fiorentina

Milik e Mertens errori fatali

Il Napoli spreca l’incredibile. E alla fine pareggia 0-0 una partita intensa con la Fiorentina. Nel finale, clamorosa occasione divorata da Milik dopo altre quattro nel primo tempo – due Mertens, una Callejon una Insigne. Quando sbagli troppo, alla fine paghi. Incredibile il gol sbagliato da Milik al 93esimo: da solo, davanti alla porta, in scivolata, anche se sull’esterno, ilpolacco non è riuscito a indirizzarla nella porta. Peccato

Primo tempo equilibrato in cui il Napoli ha avuto le occasioni migliori. Nella ripresa, più che Fiorentina cresciuta, il Napoli è leggermente calato. Ha avuto una grande occasione in avvio di ripresa con Zielinski su cui è stato bravissimo Lafont con una parata bassa. Il finale è un assalto del Napoli. La Fiorentina non si regge in piedi. Ha in campo un paio di calciatori infortunati: Pezzella e Muriel.

Al Napoli nel primo tempo è mancata la zampata sotto porta. Due gol falliti da Mertens – opaca la sua prestazione – uno da Insigne e uno da Callejon. Si è rivisto Allan mostruoso, mentre Fabian Ruiz ha preso dimestichezza con le difficoltà del suo nuovo ruolo. Il Napoli avrebbe avuto bisogno di più cattiveria per vincerla.

Nel finale, Ancelotti ha inserito Verdi al posto di Insigne. Ma Verdi ha sbagliato tutto quello che poteva sbagliare. Peccato, perché c’erano tutte le condizioni per vincerla questa partita. Ma bisogna buttarla dentro, altrimenti c’è poco da dire.

Il primo tempo

Bello ed equilibrato il primo tempo tra Fiorentina-Napoli. Zero a zero. Match intenso. Pioli sorprende schierando la difesa a tre. Formazione prevista per Ancelotti. Undici che però cambia immediatamente: Mario Rui si infortuna al terzo minuto in una diagonale difensiva su Chiesa. Esce, al suo posto Ghoulam.

Il Napoli parte meglio. Almeno fino al 20esimo, dopodiché la Fiorentina cresce. Soprattutto con Gerson e Veretout, e Chiesa sempre presente e pericoloso. Nel Napoli ottima la prova di Allan, Fabian Ruiz un po’ in difficoltà, soffre il pressing asfissiante dei viola.

Le occasioni sono di più per il Napoli. All’inizio pasticcio difensivo della Fiorentina, cross del Napoli per Zielinski che in area stoppa e tira al volo, su respinta di Lafont errore di Insigne che calcia a lato.

Il Napoli insiste e all’11esimo il primo gol fallito da Mertens. cross di Ghoulam, il belga anticipa la difesa ma poi tira debolmente su Lafont.

Col passare del tempo, come detto, cresce la squadra di Pioli. Così come Chiesa che si fa vedere al18esimo: è abile in area a liberarsi, poi però calcia male.

Al 22esimo altra occasione per il Napoli. Stavolta è Callejon a divorarsi un gol: Fabian Ruiz trova Mertens sulla sinistra, solo in area, cross per lo spagnolo che non trova il tiro giusto

La Fiorentina riprende il controllo delle operazioni. Ma conclude poco. La migliore occasione arriva al 28esimo: grande parata di Meret su tiro quasi a botta sicura di Veretout ben servito in area da Chiesa.

Al 36esimo l’occasione più nitida. Azione fotocopia rispetto a quella della prima parte. Insigne per Zielinski (buona partita la sua) che mette Mertens da solo davanti a Lafont nell’area piccola e il belga incredibilmente calcia debolmente sul portiere.

ilnapolista © riproduzione riservata