Modello Dortmund: fatturato record grazie alle plusvalenze

Fatturato record di 536 milioni grazie alle cessioni di Dembélé e Aubameyang (e sono primi in classifica). L’ad: «Entro il 2025 puntiamo a più 500 milioni»

Modello Dortmund: fatturato record grazie alle plusvalenze

Come si dice papponismo in tedesco?

Chissà come si dice papponismo in tedesco. Magnaccia si traduce zuhälter. Così i tifosi del Napoli avrebbero definito il consigliere delegato del Borussia Dortmund Hans Joachim Watzke che ha dichiarato: «Vogliamo aumentare di 500 milioni il fatturato annuo entro il 2025 attraverso le plusvalenze di mercato». Non osiamo immaginare.

Il Corriere dello Sport oggi ci informa che il Borussia Dortmund – attualmente primo in classifica in Bundesliga con sei punti di vantaggio sul Bayern – nell’ultimo esercizio 2017-18 ha registrato un fatturato record di 536 milioni con un utile di quasi 29 milioni. Gran parte del fatturato è stato dovuto alle faraoniche cessioni di Dembélé al Barcellona e di Aubameyang all’Arsenal che hanno fruttato 230 milioni di euro e ridotto il monte ingaggi a 130 milioni».

Il Borussia Dortmund può contare su una rete di oltre trecento osservatori. Il Corpsort ricorda le plusvalenze record generate da due prodotti del vivaio come Götze e il turco Nuri Sahin (entrambi poi rientrati al Dortmund). L’unica “delusione” fu rappresentata da Lewandowski che approdò al Bayern a parametro zero.

ilnapolista © riproduzione riservata