Finisce la guerra dei tappetini: la Juventus gestirà gli spazi all’estero, in Italia resterà il marchio Tim

Il contratto Lega-ISG è stato rivisto per permettere alla Juventus di commercializzare autonomamente i diritti per gli spazi sponsor virtuali accanto alle porte.

Finisce la guerra dei tappetini: la Juventus gestirà gli spazi all’estero, in Italia resterà il marchio Tim

La prima società di Serie A

La Juventus sarà la prima (e unica) società di Serie A a commercializzare in proprio gli spazi pubblicitari (virtuali) accanto alle porte. Ricorderete il contenzioso estivo con la Lega per una ridiscussione dell’accordo con la concessionaria ISG, che ora è andato a buon fine. I cosiddetti “tappetini” saranno marchiati Tim per le gare in Italia, mentre all’estero sarà la Juventus a trattare direttamente con gli inserzionisti.

Lo riporta Calcio&Finanza, spiegando con precisione i termini del nuovo contratto: «Nel triennio precedente, gli spazi erano gestiti direttamente dal title sponsor. Quest’anno invece, per quanto riguarda i diritti nazionali la gestione spetta a Tim; per i diritti esteri, la società ISG è stata incaricata della commercializzazione. L’importanza di questi tappetini sta nella loro natura virtuale, che consente la customizzazione dello sponsor a seconda del paese nel quale viene trasmessa la partita. Da qui la volontà della Juventus di commercializzare lo spazio all’estero in autonomia».

Una possibilità sancita dal nuovo accordo: «L’intermediario gestirà la commercializzazione degli spazi per 19 delle 20 società di Serie A; la Juventu, invece, provvederà autonomamente. Per quanto riguarda invece i diritti nazionali, la Juventus ha ceduto lasciandone la gestione direttamente a Tim». A seguito di questo cambiamento, l’accordo tra Lega e ISG passa da 63 a 45 milioni di euro. L’appetibilità economica e pubblicitaria della società bianconera è tutta in queste cifre.

 

ilnapolista © riproduzione riservata