Mauro alla Gazzetta: «Deluso dalla Juventus, ma il Napoli non ha un piano B»

«La responsabilità è dei giocatori, pesano i pareggi con Spal e Crotone. Il Napoli ha fatto più delle sue possibilità, perciò ha festeggiato a Torino»

Mauro alla Gazzetta: «Deluso dalla Juventus, ma il Napoli non ha un piano B»

“La responsabilità è dei giocatori”

Intervista a Massimo Mauro sulla Gazzetta dello Sport, l’opinionista Sky dice: «Sono rimasto deluso: mi sarebbe piaciuto vedere la Juve di Madrid o quella di Monaco col Bayern. Aspettare gli avversari è stato mortificante per le potenzialità della squadra. Ma sposterei le critiche ai giocatori, in campo vanno loro e i grandi campioni si devono prendere le responsabilità, inventare qualcosa. Sono stati impalpabili. E deve riflettere pure la società».

Punta il dito sui punti persi contro le piccole: «Si sono accontentati del compitino: i pareggi di Ferrara e Crotone nascono per questa mentalità. Se la Juve perderà lo scudetto, saranno proprio quelle 2 gare a fare la differenza. Non certo lo scontro diretto. Il campionato può decidersi in una gara facile, ricordiamo Roma-Lecce».

Percentuali scudetto: 50 e 50.

Del Napoli dice: «ha un’organizzazione di gioco precisa e dispendiosa. Vuole fare la partita a costo di perderla. E non ha un piano B. Gli mancano i giocatori per variare modulo: come cambio importante ha solo Milik. Ma i titolari conoscono a memoria schemi e movimenti. E quindi Callejon con la lingua di fuori può comunque fare gol in qualsiasi momento. Il Napoli ha fatto molto di più delle sue possibilità: ecco perché hanno festeggiato dopo la vittoria di Torino».

ilnapolista © riproduzione riservata