Spalletti: «Il Napoli è la squadra italiana più europea, un modello da seguire»

Luciano Spalletti intervistato da Sky al termine di Inter-Napoli: «Questa buona partita è un punto di partenza importante».

Spalletti: «Il Napoli è la squadra italiana più europea, un modello da seguire»

L’intervista a Sky

Luciano Spalletti intervistato da Sky al termine di Inter-Napoli: «Questa buona partita è un punto di partenza importante. In alcuni momenti ci siamo difesi, abbiamo avuto dei buoni periodi ma poi manca la qualità. Il Napoli ha qualità, tanta qualità. Noi abbiamo recuperato tante volte il pallone, ma non siamo riusciti a convertire queste azioni. Loro sono la squadra più europee di tutte, se si parla di calcio giocato loro sono un esempio, devono rappresentare un modello per tutti. Se fossero stati loro a recuperare certi palloni, noi avremmo subito».

Icardi: «È un grandissimo attaccante, un rapace dentro l’area di rigore. La qualità però è altro, è saper alternare il proprio gioco. La qualità nel palleggio è tutta un’altra cosa».

Spalletti su Rafinha: «È un calciatore che ha una certa tecnica, solo che però è stato sempre risucchiato dalla linea difensiva del Napoli. Loro ti saltano subito addosso, le squadre forti tentano di venirtela a riprendere subito».

Le poche occasioni concesse al Napoli: «Non abbiamo concesso moltissimo, siamo stati sempre squadra. Corti, compatti, non abbiamo lasciato spazi. Però c’è una differenza di qualità enorme, se devo andare ad analizzare il mio gioco capisco che è difficile fare di più dal punto di vista del gioco, della velocità, della varietà nel gioco. Stasera abbiamo recuperato cinque o sei palloni importanti, perché abbiamo dato tutto. Però non posso essere tanto soddisfatto».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Ho ascoltato l’intervista; ad un certo punto ho pensato che volesse sfottere, poi mi sono ricreduto. Mi è sembrato sincero nei complimenti. Probabilmete era un messaggio alla sua società per la prossima campagna acquisti

  2. Pare solo a me che i complimenti al Napoli erano più che altro una critica verso l’Inter?

Comments are closed.