Agnelli spiegava a Dominello quanto convenissero gli abbonamenti. A Napoli non sarebbe stato possibile

L’immagine del presidente della Juventus che spiega la convenienza delle tessere allo ‘ndranghetista è irripetibile da noi, perché abbonarsi al Napoli non conviene

Agnelli spiegava a Dominello quanto convenissero gli abbonamenti. A Napoli non sarebbe stato possibile
Andrea Agnelli al San Paolo

Sfidiamo gli economisti di Oxford

Perché, anche nel male, il nostro Presidente è un grande. Prendiamo l’esempio dei prezzi degli abbonamenti. Noi popolo bue non abbiamo saputo o voluto organizzare le proteste né l’anno scorso ma la cosa più grave neppure quest’anno per il caro prezzi.
Ebbene, noi popolo napoletano sfidiamo i migliori economisti di Oxford e spieghiamo loro perché a Napoli, unica città al mondo, le regole del mercato non valgono niente. Nulla. Ci fanno un baffo.

Dicevamo degli abbonamenti. Prendiamo dal sito ufficiale. Curva A e Curva B prezzo intero 350 (prevendita 5 euro); Distinti: prezzo interno 750 euro, ridotto 550 ( prevendita per entrambi 5 euro). Tribuna Nisida 800 euro, ridotto 590 (5 prevendita). Tribuna Posillipo 1.500, ridotto 950 (10 prevendita). Tribuna Onore 3000 euro e 10 di prevendita.

Non sarebbe stato un affare con il Napoli

Bene nonostante i prezzi salati, gli abbonamenti procedono come l’anno scorso. Anche se, a conti fatti, il prezzo estivo delle singole partite l’anno scorso si è mantenuto inferiore al prezzo degli abbonamenti. Capito? Il napoletano preferisce spendere di più con l’abbonamento. Una fatica in meno, doversi preoccupare ogni domenica in cui il Napoli gioca in casa di dover rimediare il biglietto.

E poi a noi la camorra ci fa un baffo. Direte ma che c’azzecca? c’azzecca. A Torino, per esempio, il presidente della Juve trattava con i capi ultras, non sapendo che tra loro c’era il delegato della ‘Ndrangheta (non sapeva, non sapeva, non sapeva), il pacchetto di abbonamenti che gli avrebbe venduto. Un affare. 450 euro a campionato diviso 19 partita, 22 euro. I biglietti partita per partita venivano a costare dai 25 ai 40 euro. Un affare. Sempre fortunati gli juventini.

ilnapolista © riproduzione riservata
  • Venio Vanni

    Quella zoccola di Sartre ancora non parla?