Cronistoria del Napoli a Pasqua: la retrocessione del 1998, la promozione dalla C1

Le partite giocate dal Napoli in prossimità della festa che cade tra fine marzo e aprile. Dal 1990, 8 vittorie, 9 pareggi e 8 sconfitte e solo 7 match al San Paolo.

Cronistoria del Napoli a Pasqua: la retrocessione del 1998, la promozione dalla C1

Malapasqua

Non ricordo perché, ma i miei ricordi giovanili della Pasqua calcistica napoletana sono legati a un titolo de “Il Mattino” di Napoli che titolava “Malapasqua”, forse riferendosi ad una sconfitta inattesa degli azzurri durante le festività del Cristo Risorto.

In effetti, spulciando tra gli archivi ho trovato alcune sconfitte sanguinose, e forse quella a cui faceva riferimento il quotidiano partenopeo era lo 0-2 subito a Perugia il sabato santo del 1979. Però non fu l’unica “malapasqua” nella storia del Napoli, perché purtroppo il sabato prima di Pasqua, giorno in cui da molti anni si anticipa il campionato per evitare di sospenderlo, ricorda qualche altra partite infausta.

Forse la peggiore nella storia del Napoli è quella dell’11 aprile 1998, giorno in cui, perdendo al Tardini di Parma per 3-1, il Napoli di Ferlaino e dei quattro allenatori precipitò in serie B, iniziando un cammino infernale da cui un nuovo Napoli sarebbe uscito solo dopo molti anni.  Ma non furono delle buone Pasque neanche quella del 1999, quando in Serie B il Napoli uscì sconfitto dal piccolo stadio di Andria, o quella di appena 2 anni fa all’Olimpico quando, al termine di una sfortunatissima partita contro i giallorossi di Garcia, il Napoli di Benitez uscì immeritatamente sconfitto.

La promozione dalla C1

Però prima di completare la lettura di tutti i numeri, pensavo ad una tradizione pasquale più sfavorevole, forse associando casatielli e pastiere alla difficoltà di ottenere buoni risultati sul campo. Invece il tabellino delle partite giocate di sabato santo dal 1990 (anno dal quale la Serie A non è stata quasi mai più sospesa a Pasqua) riporta 8 vittorie, 9 pareggi e 8 sconfitte per il Napoli.

L’ultima vittoria del Napoli nel giorno di sabato santo risale al 2013, e si tratta del 5-3 a Torino contro i granata. Ma a molti napoletani piace ricordare anche la partita pre-pasquale del 2006 quando, battendo il Perugia per 2-0, il Napoli lasciò l’inferno della serie C per iniziare a diventare la squadra che in tanti ammirano oggi.

Un’ultima curiosità. Dal 1990 in poi gli azzurri hanno giocato 25 volte in corrispondenza della Pasqua. Solo 7 volte al San Paolo e ben 18 volte in trasferta. Forse è solo per questo motivo che la tradizione non è vistosamente favorevole alla squadra partenopea, che comunque negli ultimi sette incontri casalinghi pre-pasquali non ha mai perso, collezionando 3 vittorie e 4 pareggi.

Ecco di seguito l’elenco di tutte le gare “pasquali” giocate dal Napoli dal 1990 in poi:

E adesso, almeno fino a sabato sera, bando a casatielli e pastiere. Ci aspetta l’Udinese, sperando di trovare nell’uovo di Pasqua una bella vittoria e magari una bella sorpresa da qualche altro campo…

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Stefano Valanzuolo 14 Aprile 2017, 9:36

    Come buon augurio, ricordo di aver visto un Napoli Varese 5 a 0 nel pomeriggio di Pasqua. Ricordo i gol di Altafini e che con loro giocava Anastasi. L’arbitro era un esordiente Michelotti (!), lo stadio era pieno… Prosit. P. S. Per completezza, avevo 6 o 7 anni!!

    • Luigi Ricciardi 14 Aprile 2017, 10:35

      …E direi che avevi anche un’ ottima memoria! 🙂
      Io ricordo la mia prima al San Paolo: Napoli-Como 4 a 0, in porta per loro Giuliani.

Comments are closed.