L’Osters, club svedese, punirà i suoi calciatori che simuleranno in campo

In una squadra di seconda divisione, clamorosa presa di posizione contro «tutti gli imbrogli da campo». I calciatori saranno multati o sospesi dalla dirigenza.

L’Osters, club svedese, punirà i suoi calciatori che simuleranno in campo

Regolamento interno

Una notizia dal grande valore etico arriva dalla Svezia. Un piccolo club di seconda divisione, l’Osters, ha deciso di varare un regolamento interno da impugnare contro i simulatori. In pratica, i calciatori dell’Osters che simuleranno in campo saranno puniti dall’Osters stesso, inteso come board del club. Una pratica rivoluzionaria che, insieme alla semplice simulazione, intende punire «tutti i tipi di imbrogli su un campo di calcio».

Come spiegato da una nota ufficiale del club, «le associazioni sportive come la nostra possono essere influenti per migliorare la condotta dei calciatori. Vogliamo fare la differenza, e siamo quindi pronti ad agire contro i nostri giocatori e dirigenti. Il nostro lavoro sarà anche fare pressione su altri club in modo che prendano una posizione simile».

Il dirigente Johan Lindberg ha spiegato come funzionerà questo regolamento interno: «I giocatori dell’Osters non devono simulare. Non devono esagerare. Questa è la decisione presa dal consiglio di amministrazione. E se dovessero ancora farlo? Ora è scritto nero su bianco sul codice ufficiale di condotta del club. Puniremo i nostri giocatori, li multeremo o addirittura li sospenderemo». Come si dice in questi casi: prendiamo esempio.

ilnapolista © riproduzione riservata