Chievo-Napoli 1-3, pagelle / Milik convince, Callejon semina intelligenza. Insigne eroe della settimana

Jorginho imposta la ragnatela, Hamsik e Insigne ci danzano dentro. Sarri cede alla pressione capitalistica del padrone e schiera Maksimovic e Pavoletti

Chievo-Napoli 1-3, pagelle / Milik convince, Callejon semina intelligenza. Insigne eroe della settimana

REINA – Si gode un po’ di tranquillità dopo le pappine ispaniche. Ma fino a un certo punto. Un isolato salvataggio su Inglese indi ringrazia sentitamente Koulibaly e Maksimovic per il regalo inaspettato di Meggiorini – 6

Dopo aver salvato su Inglese sono da segnalare alcuni minuti di follia, intorno alla mezzora della ripresa, quando Reina respinge di pugni sul cross di Birsa, poi ancora con una mano e infine, nella mischia, si incazza perché i suoi hanno inspiegabilmente mollato tutto ad un tratto creando una falla mostruosa nel sistema difensivo. Black out – 6,5

L’efficace Hysaj

HYSAJ – Efficace come non avresti mai pensato, cara Ilaria. Ha il merito decisivo di vedere e trovare Insigne a sinistra, per il fondamentale zero a uno che sblocca il risultato ma anche l’incredibile clima nefasto del post-Madrid. Nemmeno il tempo di annotare soddisfatti queste riflessioni che poi sbaglia un clamoroso rilancio verso Reina. Peccato superfluo e leggero, a conti fatti – 6,5

Impazzito. Non c’è altra spiegazione. Ho annotato la follia, sul mio taccuino – 6  

L’esoso cartellino misterioso

MAKSIMOVIC – La sua presenza appare un evidente cedimento sarrita al capitalismo familiare del Presidente Padrone. Ma ciò non risolve i problemi perché l’esoso costo del suo cartellino resta un mistero per quello che si vede. Cioè: un errore quasi fatale al 22’ del secondo tempo, poi il ritardo su Meggiorini, in concorso con Koulibaly. Rimedia subito dopo con un doppio salvataggio. Si concede finanche un anticipo al 70’ abbondante – 5,5

Maksi (che fa più esotico, chiamarlo così) resta una nebulosa nell’universo Napoli. Certo che se, come dici tu, la sua presenza in campo è dettata dalla pressione delaurentiana allora siamo veramente a pezzi – 5

Anche con Kalidou la difesa vacilla

KOULIBALY – Rinsavito per gran parte della partita, si riscopre presuntuoso e amatoriale con quella improbabile sforbiciata mancata che lancia Meggiorini. Anche con Koulibaly, la difesa è vulnerabile in qualsiasi momento – 5,5

Ci sono alcune partite in cui la possanza fisica ci sta tutta e questa è una di quelle. Quando ti sembra si sia ripreso dopo il preoccupante appannamento madrileno, quando lo vedi rispettare perfettamente la posizione, salvare quasi sulla linea di porta, fronteggiare Inglese, all’improvviso ti arriva in spaccata e ci spacca totalmente la domenica dando palla a Meggiorini che, come al solito, ci peggiora la domenica andando in gol – 5,5

GHOULAM – Origina da lui l’azione dello zero a tre. La fascia sinistra oggi è una frusta che non lascia scampa alle vittime di turno – 6,5

Da segnalare, per contrappasso, il pericolosissimo retropassaggio a Kouli, al 17’ del primo tempo, il quale Kouli ci arriva, per fortuna, allargando la lunghissima gamba che il Padreterno gli ha donato, sennò ce la vedevamo brutta – 6,5

Il martellante Allan

ALLAN – Martella senza pietà i dirimpettai clivensi, al punto che la sua insistenza conduce allo zero a due di Hamsik. Speriamo che l’infortunio sia lieve – 6,5

Stava giocando una porca partita – 6,5 

ZIELINSKI dal 41’ del primo tempo – Entra e va subito al tiro due volte, anziché servire Callejon liberissimo a destra. La seconda, però, segna – 6,5

Su deviazione di Spolli. Ma sempre bello è, perché è proprio bello il 3 – 6,5  

L’essenziale è visibile agli occhi

JORGINHO – L’essenziale è più che visibile agli occhi per oltre un’ora. Non spreca mai una palla, tranne quando la alza malamente su assist di Callejon per un tiro che poteva più pericoloso. Poi cala nella fase letale del gestionismo e il palleggio finisce – 6,5

Ad un certo punto sembrava avere addirittura le movenze di Mertens. Poi la luce si è spenta, il centrocampo è morto, e la difesa è andata in bambola – 6  

I dialoghi tra Marek e Lorenzo

HAMSIK – Jorginho imposta la ragnatela e lui e Insigne ci danzano dentro che è una bellezza. Certi dialoghi tra Marek e Insigne sono di natura metafisica, tipo Socrate e Platone. Segna ancora e va in doppia cifra – 7

Quel piedino che ci ha messo merita la lode, accanto al 110 – 7  

Il tirator cortese

CALLEJON – Il tirator cortese, sempre attento a non fare male. E infatti non segna. Sfogata la cattiveria, perdonami Ilaria, semina intelligenza a piene mani, ripiegando sempre, soprattutto negli ultimi trenta minuti – 6,5

E comunque è tornato alla grande: non esita a chiamarsi falli, a far sembrare gli avversari sempre cattivelli e a cercare sempre delle scappatoie per convincere la terna arbitrale. Si camuffa da damerino per punire appena può – 6,5  

Milik vs Pavoletti: non c’è partita

PAVOLETTI – È il secondo cedimento sarrita al capitalismo familiare di cui sopra. Nel primo tempo è statuario, nel senso che la sua funzione ornamentale di statua è confermata dalle palle che gli arrivano e gli rimbalzano addosso. Nella ripresa appare più dinamico ma si nota positivamente solo in fase difensiva – 5

Al 13’ del primo tempo, più o meno, viene atterrato da Spolli. Poco prima aveva chiesto scusa ad Hamsik per non essersi lanciato in attesa della palla splendida che gli aveva suggerito il capitano. Per ora è un Gabbiadini bis, ma senza analogo valore tecnico – 5

MILIK dal 26’ del secondo tempo. Dieci, cento, mille volte più convincente di Pavoletti. Innesca un paio di azioni da gol e alla fine lo sfiora anche – 6,5

Non è che lo sovrasta, a Pavoletti, Fabrì: se lo mangia. Per grinta e voglia – 6,5  

L’eroe della settimana

INSIGNE – L’ospitale Verona di Giulietta, sempre accogliente con noi napoletani, esalta le sue virtù da cecchino. Dopo trenta minuti di dominio azzurro, gonfia la rete con un tiro a giro da manuale. È l’eroe di questa settimana, cazzimma compresa – 7

Splendida la punizione di un soffio a lato. Più bello ancora il gol che ci fa tornare indietro nel tempo all’ottavo minuto della partita di mercoledì. Ormai capiterà ogni volta che Lorenzo segna – 7

GIACCHERINI dal 34’ del secondo tempo – Finalmente integrato nel modulo sarrita, segna pure un gol, annullato per un dubbio fuorigioco – 6

Integrato è una parola grossa. Siamo ancora agli esami di accettazione, per quanto mi riguarda – 6

Silenzio stampa: parla la vittoria

SARRI – Nella settimana della scissione del Pd, lui si è scisso dal Presidente. Meglio, è il presidente che si è scisso da lui. Perché De Laurentiis non è andato al Bentegodi con Veltroni, Sorrentino e Orlando? Perché, Ilaria? In compenso senza la pressione del Padrone si torna a vincere. Che bello – 7

Silenzio stampa. Parla la vittoria, che ringrazia pure per aver fatto riposare un po’ Mertens – 7

ARBITRO IRRATI – Dopo i noti disastri udinesi già è tanto che non fa danni. O quasi, pensando al gol di Giaccherini – 5,5

Ecco, abbassiamogli il voto un altro po’ – 5

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. hysaj ha lo stile del manovale albanese che sale in cantiere con il sacco di cemento, senza offesa, grande abnegazione grande cuore ma tecnica…

  2. Koulibaly purtroppo è entrato nei suoi periodi neri in cui è capace di far rimpiangere difensori di serie inferiori. Il giocatore purtroppo è questo, prendere o lasciare, altrimenti sarebbe un top player e non giocherebbe nel Napoli.

  3. Hysaj e Ghoulam per me prendono 4 fisso. Koukibaly 2.

  4. Certi commenti e giudizi lasciano davvero perplessi, soprattutto quando provengono da professionisti. Che oggi avrebbero giocato Maksimovic, Pavoletti, Allan e Jorginho lo sapeva anche un bambino, e non per imposizione di alcuno (come poi Sarri fosse il tipo da farsi imporre qualcosa), ma semplicemente perché siamo prossimi a un ciclo micidiale e tutti devono rifiatare e tutti devono essere in grado di subentrare.
    Attribuire poi la responsabilità del gol a Maksimovic è follia pura: Koulibaly buca la palla e Maksimovic, che teneva la linea, prova a rincorrere Meggiorini che aveva già un buon vantaggio.
    Su di lui Sarri ha detto più volte che può diventare un giocatore importante.
    Anche su Pavoletti Sarri è stato più volte chiaro: è in ritardo di condizione e avrebbe bisogno di giocare, ma allo stesso tempo le esigenze di risultato non permettono di schierarlo con continuità.
    Magari converrebbe ascoltare quello che dice il tecnico…

    • ?.

    • Diego della Vega 20 febbraio 2017, 1:27

      Si ma 3 minuti prima Maksimovic ha perso palla in uscita e non hanno segnato per puro caso. Insomma i due hanno fatto disastri per almeno 25 minuti.

    • il goal é piu colpa di maksimovic che di koulibaly anche se l azione é rapida doveva staccarsi e non l ha fatto, ripeto il tempo era poco ma non l ha fatto

  5. Su Maksimovic non sono d’accordo, e credo che abbia giocato molto meglio di KK. La performance di KK di oggi andrebbe valutata in voti negativi, sotto lo zero.

    • Su maks io credo che non valga 30 milioni e non valga la metà di kk. Non si può dire il contrario per una partita che fa meglio di kk. Quando un allenatore lo schiererà tutto il campionato da titolare al posto di kk… allora ne parliamo… ci sarà un motivo che sia un “panchinaro titolare della panchina”. E Sarri quando sono buoni (v. Diawara, Zielo…) li promuove (e questo vale anche per quella mezza calza di gabbiadini)..

      • su questo concordo sarri non ha figli e figliocci vedi alla voce valdifiori vedi alla voce tonelli leggi alla voce allan e diawara lui mette la squadra davanti a tutto su questo non si puo discutere

        • Grande… penso, e mi sembra che siamo concordi, che un allenatore bravo come Sarri non lo troveremo facilmente. La rabbia è che gente incapace come allegri o macini siano considerati grandi. Se Sarri allenasse la juve farebbe 38 vittorie, un gioco da favola e finale (minimo) Champions. Ps. Scusami il se… ah ah

    • Anche per me. Maksimovic unico sufficiente del pacchetto difensivo.

  6. Macsimovic questo è. 30 milioni buttati. E non è questione di forma… quando uno è mediocre… è mediocre… non c’è forma che tenga… la mia grande gioia che almeno con questo il buffone romano non farà plusvalenze…

    • Una vita dai grandi obiettivi la tua.

      • Ah ah… non conosci i miei così come io non conosco i tuoi… se poi a te piace essere preso per i fondelli da un borioso romano… accomodati. È evidente che gli obiettivi e le speranze che hai nella vita sono… singolari

  7. Roberto Losanno 19 febbraio 2017, 20:55

    il 5 a Maksimovic non esiste….a maggior ragione se poi date 5,5 a Koulibaly, di gran lunga il peggiore dei due….Il ragazzone senegalese quest anno sta sbagliando davvero tanto…
    I Pregiudizi sono umani, però cercate di non esagerare ….

  8. Ernesto Cirillo 19 febbraio 2017, 20:10

    Vittoria di personalità. Giusto provare l’attacco con le punte classiche altrimenti rischi di non avere alternative. Giusto far girare la difesa. 1-3 al Chievo che ha vinto in casa della Lazio è ottimo segnale.

  9. Siete prevenuti……come Sarri………..KOULY meriterebbe tra Madrid e oggi 3 ………………HISAY non si può vedere se vogliamo avere una difesa seria ………poi mettere in campo una coppia di centrali MAK / KK con koulybaly in queste condizioni è da scellerati.
    Quindi le maggiori colpe vanno a Sarri che dovrebbe insegnare anche ai suoi difensori a spazzare LA palle in tribuna ….Sarri voto insufficiente

  10. ai due terzini avete dato una valutazione un po’ esosa. anche a sarri metterei un voto inferiore perchè presentare maksimovic in queste condizioni mi è sembrato un azzardo. in sostanza bene per un’ora, poi abbastanza male.

    • Diego della Vega 19 febbraio 2017, 19:42

      27 milioni se non gioca col Chievo contro chi deve giocare? Col Dimaro? Oggi ha fatto un po’ pena pure KK.

      • hai ragione. concordo che, al netto di infortuni vari, la coppia di oggi non la vedremo più.

  11. Diego della Vega 19 febbraio 2017, 19:38

    Ho la sensazione che questa è stata l’ultima partita in cui giocavano insieme KK e Maksimovic, e in cui Pavoletti partiva titolare. Zielinski a volte si nasconde. Oggi meglio Allan. Per il resto buona prestazione contro una squadra sempre complicata da affrontare. Infine: questo silenzio stampa è di un ridicolo indicibile.

  12. cedimento sarrita al capitalismo familiare può essere, ma poi se questi non giocano col Chievo col calendario che abbiamo ma quando devono giocare?

  13. Io abbasserei il voto a Sarri (che comunque calcisticamente amo) fin quando non ordina ai suoi di tirare i calci d’angolo direttamente al centro, senza ridicoli schemi…

  14. Mettere lo stesso voto a KK e a Maksimovic cosa è? Siamo su scherzi a parte?

    E Hamsik è il mio idolo, ma 7 come a insigne nun se po’ vere’

  15. Maksimovic é stato il miglior in campo nel primo tempo mel secondo ha staccato la spina come meta squadra.

    Se KK é 5, Maksimovic é almeno 6.

  16. Vorrei sapere che metodo di valutazione usate con Maxsimovic
    stesso voto di KK….il gol e regalo suo!…siete patetici!
    Ghoulam Hysai inguardabili…..i calci d’angolo sono un optional….che scandalo!

Comments are closed.