Pritchett, Planet Benfica: «A noi manca un Hamsik. Sconfitta meritata, anche se Mitroglou…»

Intervista al giornalista inglese: «Sarri non è molto conosciuto, presto lo sarà. Mi aspettavo un Napoli così».

Pritchett, Planet Benfica: «A noi manca un Hamsik. Sconfitta meritata, anche se Mitroglou…»

In qualche modo, avevamo avuto già a che fare con David Pritchett, Editor-in-Chief di Planet Benfica, sito di informazioni in lingua inglese sul club di Lisbona. Avevamo riportato sul nostro sito la sua presentazione degli Encarnados, in cui aveva in qualche modo spiegato la squadra di Rui Vitoria in vista della sfida di Champions. L’abbiamo risentito per un commento sul match del San Paolo, ormai risalente all’altro ieri ma ancora vivo nella nostra mente. È difficile cancellare dagli occhi una serata così, ma forse la pensa così anche un tifoso/analista del Benfica. Solo che il senso è quello opposto, quello negativo. Vediamo i suoi commenti.

David, via il dente via il dolore: com’è andata, per te, Napoli-Benfica?

La sconfitta non è stata una sorpresa, il Benfica affrontava una grande squadra con molti problemi di infortuni. Tuttavia, è stato deludente il modo con cui è arrivato questo risultato: il Napoli ha sfruttato bene gli sbagli dei portoghesi, tutti i gol sono arrivati da errori individuali indifesa che avrebbero potuto essere evitati. Le cose sarebbero andate diversamete se Mitroglou avesse capitalizzato l’occasione capitatagli al decimo minuto, ma nel complesso la sconfitta è meritata.

Hai visto la partita allo stadio o in tv? Che impressione hai avuto del San Paolo?

Io non ho seguito dal vivo la partita, ma posso riportare il pensiero di Yannick, uno dei reporter di Planet Benfica che è stato al San Paolo e ha assistito al match: «In generale c’era una bella atmosfera, che è diventata splendida quando il Napoli è andato sul 3-0. Anche il settore ospiti, però, è stato molto rumoroso. Sullo stadio: come tutti gli impianti vecchio stile, l’accessibilità è scarsa, anche se gli steward sono molto utili».

Un giudizio sul Napoli.

La squadra che mi aspettavo: una squadra spietata che ha capitalizzato gli errori del Benfica. Mertens, Callejón e Milik  sono in grandissima forma, come puoi vedere dal fatto che hanno già segnato 16 gol tra di loro in questa stagione. Marek Hamsik è stato eccellente, ed è esattamente il tipo di giocatore che manca al Benfica: una esperto centrocampista di gran classe che può prendere il gioco in mano e guidare la sua squadra in avanti. Alla fine della partita, il Napoli è stato un po’ sciatto in difesa, ma era comprensibile dato il punteggio.

Maurizio Sarri: lo conoscevi prima della partita o prima dello scorso strepitoso campionato?

A differenza di Ancelotti, Conte, Capello e Mancini, il tecnico del Napoli non è molto conosciuto nel Regno Unito o in Portogallo. È comprensibile, dato che questo è il suo primo anno da allenatore in Champions League. Detto questo, sembra che stia facendo un ottimo lavoro a Napoli: il Napoli pratica un calcio d’attacco, attrattivo, bello da vedere. Un’altra stagione con questo tipo di successo e risultati e sono sicuro che il suo nome sarà conosciuto in tutta Europa.

Il Benfica ha vissuto una serata difficile. Secondo te, da cosa è dipeso?

In una normale partita del campionato portoghese, il Benfica commette uno o due errori difensivi, ma non viene punito. Mercoledì sera, hanno fatto quattro errori e hanno subito altrettanti gol. Questa è la differenza tra la Champions League e il calcio in Portogallo. Júlio César ha fatto alcuni errori inusuali, ma gli altri due gol evidenziano due delle maggiori debolezze del Benfica: la loro incapacità di difendere sui calci d’angolo o comunque sulle palle da fermo in generale, e la tendenza di Lisandro Lopez di concedere calci di punizione. C’è da dire che il Benfica era privo di diversi giocatori chiave, ma gli infortuni fanno parte del calcio.

Per noi, Julio Cesar è stato il peggiore in campo, mentre Semedo ci è parso davvero un gran bel calciatore. Un giudizio su questi due calciatori?

Júlio César ha passato una brutta serata a Napoli, ma è stato un fantastico giocatore per il Benfica nel corso degli ultimi due anni. Ho perso il conto del numero di interventi decisivi effettuati, dei punti che ha fatto guadagnare alla squadra durante la sua avventura portoghese. Nonostante tutto, il suo posto è seriamente minacciato da Ederson, 23enne suo connazionale. Rui Vitória ha alternato tra loro i due portieri nelle ultime settimane. A mio parere, Ederson ha una distribuzione migliore ed più bravo a intervenire sui cross. Il 75% dei tifosi del Benfica è d’accordo con me.

Nélson Semedo è un terzino estremamente offensivo, che abitualmente terrorizza l’avversario di fascia nel campionato portoghese. Quando il Benfica domina la partita, lui è praticamente un’ala in più. È ancora molto giovane, ha solo 22 anni e ancora molto da imparare, soprattutto quando si tratta di difendere. Però è talment rapido che questo succede raramente. Posso immaginare che venga venduto per circa 30 milioni di euro in un futuro non troppo lontano. Se non avesse subito un grave infortunio al ginocchio nella scorsa stagione, forse sarebbe già andato via.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. aristoteles logatto 30 settembre 2016, 13:59

    Mi fa davvero piacere scoprire che all’estero si accorgono di “Capitan Silente” e noi che lo osserviamo da vicino o lo ignoriamo o lo ipercritichiamo.
    Una canzone per il capitano

Comments are closed.