Il prezzo dei procuratori: Juve e Roma pagano 20 milioni agli agenti dei calciatori

Il prezzo dei procuratori: Juve e Roma pagano 20 milioni agli agenti dei calciatori
Mino Raiola

Sul Napolista l’abbiamo chiamata “la stagione dei procuratori“, ironizzando (amaramente) sulle ingerenze di questi professionisti nelle dinamiche di una squadra di calcio. A sostegno di questa nostra analisi più che altro lessicale e situazionale, ecco le cifre snocciolate dal sito Calcio&Finanza, che in un suo pezzo ha esaminato i bilanci delle squadre di Serie A per verificare le spese a bilancio per tutto ciò che concerne gli agenti dei calciatori in rosa. 

Cominciamo dalla non-notizia del Napoli: non è stato possibile, agli analisti di C&F, risalire alle spese del club di De Laurentiis riferite ai procuratori. Più facile individuare le cifre per le tre squadre quotate in borsa nel nostro campionato, Roma, Lazio e Juventus. Per i bianconeri, il dato complessivo si aggira intorno ai 19 milioni di euro. Di questi, circa 17,3 si riferiscono a giocatori della prima squadra. Pogba e il suo procuratore Mino Raiola rappresentano l’investimento più oneroso: 8 milioni e 400mila euro divisi in due esercizi di bilancio.

20 milioni per la Roma, di cui 14,6 appartengono a giocatori della prima squadra. Per il bilancio della Lazio, invece, i costi segnalati “per intermediari” arrivano fino a 8,9 milioni di euro. Situazione particolare per l’Inter, che a una prima lettura del bilancio sembra spendere di meno, ma poi riporta una voce debitoria da 30 milioni nei confronti dei procuratori.

ilnapolista © riproduzione riservata