Roma, chiude in rosso il primo semestre d’esercizio

Roma, chiude in rosso il primo semestre d’esercizio

La Roma ha reso noto il risultato del primo semestre di bliancio: la società giallorossa, al 31 dicembre 2015, un risultato negativo pari a 3,4 milioni di euro, in flessione di 12 milioni rispetto a fine 2014. 

Una delle motivazioni di questo risultato è da ricercare nell’abbassamento dei proventi riferiti alla Champions League in corso: 48,2 milioni contro i 49,2 milioni contabilizzati al 31 dicembre 2014. Il resto dei conti segnala comunque una crescita generalizzata degli affari intorno la società giallorossa: ricavi in crescita a 118 milioni (10%), un mol di 35,4 milioni (5%), ma anche la perdita di cui abbiamo già parlato e una «diminuzione non significativa dell’indebitamento dell’azienda, pari a 126 milioni di euro». La società giallorossa prevede che il risultato economico dell’esercizio 2015/2016 «dovrebbe presentare un significativo miglioramento rispetto a quanto registrato al 30 giugno 2015», ossia un rosso di 41,1 milioni. 

Già pronta la soluzione in caso di maggiori difficoltà: la cessione dei big. Ecco quanto scritto in una nota ufficiale del club: «dovrà fare affidamento, senza pregiudizio perla prosecuzione dell’attività, sul realizzo dei suoi asset aziendali, e in particolare sui valori dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori, il cui valore di mercato complessivo è ampiamente superiore al valore contabile».

ilnapolista © riproduzione riservata