Sarri ai microfoni di Mediaset Premium: «Higuain meglio di Lewandowski, dobbiamo lavorare sulla difesa. Sul rigore, Insigne e Higuain si sono accordati in campo»

Sarri ai microfoni di Mediaset Premium: «Higuain meglio di Lewandowski, dobbiamo lavorare sulla difesa. Sul rigore, Insigne e Higuain si sono accordati in campo»

Maurizio Sarri intervistato da Mediaset Premium nel postpartita di Sampdoria Napoli: «Ho indossato la sciarpa di Mancini, ma non posso dargli in cambio Higuain. Sta diventando l’attaccante centrale più forte del mondo, secondo me ha più potenzialità di Lewandowski. Ho visto una squadra vogliosa di fare risultato, abbiamo concesso forse troppo ma la Sampdoria è una squadra di qualità. Dobbiamo lavorare sulla quantità di occasioni concesse agli avversari». Sullo scudetto: «Io sono un amante di ciclismo, se non superi tutti i colli, non riesci a vincere la tappa. Vorremmo avere la certezza di continuare a fare così, ovviamente». Sulla leziosità del Napoli in avanti: «Nel finale di primo tempo, abbiamo sprecato energia su ripartenze molto lunghe. La sensazione di aver in mano la partita, forse, ci ha fatto commettere l’errore di non chiudere il match quando ne abbiamo avuto l’occasione. Sono felice per il ritorno al gol di Hamsik, anche perché questo rientra nelle sue caratteristiche. Marek ha le possibilità di essere un centrocampista totale, di livello altissimo anche in campo internazionale».

Sulla gestione della partita: «In settimana ho detto di aver gestito la gara sui 120 minuti, anche nel gioco, ed è stato un errore che oggi abbiamo cercato di non ripetere». Il miglioramento del Napoli come società e organizzazione: «Quando non hai risorse ampie come quelle di altre squadre, si passa attraverso il lavoro per cercare di superare il proprio standard. Noi siamo su buoni livelli, ma ci sono ancora margini di miglioramento, sulle strutture come in campo. Alla lunga, però, i fatturati vengono fuori. Per questo motivo, dobbiamo rimanere coi piedi per terra. Gli obiettivi stagionali? Non abbiamo mai neanche parlato di modificare quanto ci siamo prefissi, quindi i nostri obiettivi rimangono invariati. Ci stiamo muovendo sul mercato rispettando quanto detto, puntando su giovani di prospettiva». Insigne rigorista fisso: «Probabilmente si son messi d’accordo loro in campo, io non ho dato un rigorista solo ma l’alternativa Insigne-Higuain». Sulla settimana particolare: «Ho fatto un errore, ed è giusto che debba pagare».

ilnapolista © riproduzione riservata