Hamsik e Cavani da 8, Inler concreto (da 7)

Le pagelle di Fiorentina-Napoli 0-3 di Mimmo Carratelli

ROSATI 6 – Mai veramente impegnato. Incerto in una sola occasione su Amauri (58’ colpo di testa alto dell’attaccante). Ha fatto valere l’altezza (1,95) sui cross. Coraggiosa uscita a terra sulla linea di fondo oltre il palo destro sui piedi di Jovetic (80’). Ammonito per perdita di tempo.

CAMPAGNARO s.v. – Dolorante a un polpaccio esce dopo undici minuti.

GRAVA 7 – Rieccolo, sostituendo Campagnaro, il soldatino che non cede nè ad Amauri né a Jovetic quando gravitano nella sua zona. Un piccolo, grande combattente.

CANNAVARO 7 – Non sbaglia un intervento, giocando spesso d’anticipo. Coraggioso tuffo su Amauri (26’). Unica pecca: si perde Natali nell’occasione del palo colpito dal difensore viola sul corner di Vargas.

BRITOS 7 – Brillante conferma. Sicuro nel gioco aereo. Vicino al gol (38’). Mura in area due pericolosi tiri di Amauri e Cerci.

MAGGIO 7,5 – E’ tornato lo sprinter della fascia destra. Gran lavoro anche in copertura su Vargas proiettato in avanti. Traversa al 24’ sul corner di Lavezzi.

INLER 7 – Partita concreta, ordinata, sempre pronto, combattivo. Si fa valere in ogni contrasto. Tenta anche il tiro a rete (36’ deviato da Montolivo). Rinfrancato, promette di diventare un punto di forza.

DZEMAILI 6,5 – Gran lavoro a centrocampo. Vince il duello con Behrami. Limita le proiezioni offensive da mezz’ala e gioca più da mediano.

DOSSENA 5,5 – In serata negativa. Lascia troppo spesso Cassani che attacca sulla sua fascia. Spreca, con un avventato tiro di sinistro, alto, l’invitante cross di Cavani (72’).

LAVEZZI 7,5 – Fantastico gol in chiusura. Strappa la palla a Salifu, corre per sessanta metri nella metà campo della Fiorentina presidiata dal solo Cassani, che non sa come affrontarlo. Il Pocho se ne va e batte Boruc. Al 62’ resiste in area a due avversari e scucchiaia il colpo sotto che il portiere salva miracolosamente con una mano. Inizia l’azione del primo gol. Rientra, recupera in difesa (prodigioso al 78’). Migliora sui calci da fermo. Dal corner scodella la palla che Maggio batte sulla traversa.

HAMSIK 8 – Una partita sontuosa, padrone assoluto del centrocampo. Contrasta, vince molti duelli e va ad impostare l’attacco. Con due assist lancia Cavani nella doppietta del Matador. Stravince il confronto con Montolivo. Ammonito (fallo su Olivera) salterà l’Inter. Esce al 70’. Promette una grande replica contro il Chelsea.

GARGANO 6,5 – Entra per far rifiatare Hamsik e nei venti minuti finali si distingue in tre energici interventi a spezzare gli attacchi della Fiorentina. Va anche al tiro (83’ bel pallone a giro, fuori).

CAVANI 8 – Doppietta di un campione ritrovato. A Firenze corre leggero, pressa i difensori, rientra e riparte di buona lena. Condizione fisica eccellente. Esce al 73’.

PANDEV 6 – In campo al posto di Cavani. Si batte su ogni pallone, ma non è brillante. Però tiene palla e fa salire la squadra. Un’occasione-gol all’89’. Si libera del difensore con una giravolta, ma Boruc gli sventa di piede la conclusione.

MAZZARRI 7 – Ripresenta a sorpresa un grande Napoli. Fa debuttare Rosati in campionato e non corre pericoli. Conferma Britos recuperando un ottimo difensore. Lascia Gargano in panchina per 70 minuti e si affida alla coppia elvetica Inler-Dzemaili, i quali, istruiti a dovere, giocano a protezione della difesa e a fare intensità a centrocampo. Non rinuncia ai tre tenori e viene ampiamente ripagato dai due gol di Cavani, dal gol e dal gran lavoro di Lavezzi, dalla magistrale partita di Hamsik. Alla vigilia del primo match col Chelsea ha di nuovo un Napoli da grandi imprese.

Mimmo Carratelli

ilnapolista © riproduzione riservata