Lucarelli in gruppo, a gennaio vuole esserci

Via le stampelle. Il Pocho Lavezzi oggi a Castelvolturno senza quelle orribili appendici di ferro. Per lui piscina e terapie anche se sente ancora dolore. Molto difficile, ma non impossibile, il suo utilizzo contro il Genoa anche perché meglio non affrettarne il recupero, potrebbe rivelarsi controproducente per il futuro.
Ma la buona notizia arriva da Cristiano Lucarelli che è tornato ad allenarsi in gruppo a meno di tre mesi dall’operazione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Il bomber livornese si infortunò negli ultimi 10 minuti della gara di Europa League contro l’Utrecht, nel primo match a gironi di Europa League ed ha nel mirino il mese di gennaio per poter fare il suo rientro in gara.
E dal recupero di Lucarelli dipenderà anche parte del mercato azzurro in dubbio se gettarsi su un attaccante oppure no. Dumitru fa ben sperare ma Mazzarri vuole farlo crescere gradualmente e sabato contro il Genoa potrebbe essere la sua prima occasione. Lucarelli sta facendo di tutto per tornare. Oggi ha svolto prima la parte atletica, poi lavoro tecnico ed infine corsa leggera. “Non vedo l’ora di rientrare” ha confidato. Un attaccamento alla maglia dimostrato fin dai primi giorni napoletani. Avrebbe potuto scegliere altri lidi dove svolgere la riabilitazione ed invece ha preferito restare a Napoli. Era nella sua casa di via Manzoni anche quando il Napoli giocò a Bucarest contro la Steaua in Europa League. “Al 3-3 ho sentito il boato della città ed ho capito il rapporto che c’è tra Napoli ed il calcio”.

ilnapolista © riproduzione riservata