Lampo di Hamsik e cade anche Marassi

Cade anche il tabù Marassi e il Napoli batte il Genoa 1-0. Primo tempo imperioso per la squadra orfana di Lavezzi. Secondo di grande sofferenza in cui il Napoli è schiacciato ma mantiene le distanze, rischia tanto, ma regge. Decide un lampo di Hamsik nella prima frazione su una pennellata di Gargano su punizione. Senza Lavezzi Mazzarri schiera Zuniga che fa il suo dovere, ma le ripartenze del Pochio mancano e si vedono. E’ una vittoria di squadra, dove tutti hanno fatto la loro parte. Grande sacrificio di Cavani, un pizzico di fortuna e il cinismo delle grandi che proietta la squadra al momentaneo secondo posto in classifica. Finale in dieci con Pazienza espulso per doppio giallo. Finisce con i duemila tifosi azzurri a cantare ‘O surtato nnammurato. E’ l’ennesimo tabù sfatato e come dice Campagnaro a fine gara, “sognare non costa nulla”

Genoa (4-3-1-2): Eduardo, Rafinha, Ranocchia, Dainelli, Criscito, Rossi, Milanetto, Veloso  (1′ st Mesto), Kharja  (24′ st Destro) Palladino (1′ st Rudolf ), Toni. A disp: Scarpi, Chico, Moretti, Jankovic). All.: Ballardini.
Napoli (3-4-1-2): De Sanctis, Campagnaro, Aronica, Cannavaro, Maggio, Gargano, Pazienza, Dossena, Zuniga (18′ st Yebda), Hamsik (38’st Sosa sv), Cavani. A disp:  Iezzo, Vitale, Dumitru, Santacroce, Yebda,  Cribari,  Sosa. All.: Mazzarri.
Arbitro: Brighi di Cesena.
Rete: 25′ pt Hamsik. Recupero: 1′ e 4′.
Note: Angoli: 6 a 2 per il Genoa. Ammoniti: Gargano, Cannavaro, Veloso, Zuniga per gioco scorretto; Aronica per comportamento non regolamentare. Espulsi: 40′ st, Pazienza per doppia ammonizione. Spettatori: 25.000.

ilnapolista © riproduzione riservata