Contrordine, fischiate, nel tifo il perdono non esiste

Come non detto, fischiate Quagliarella! Ho visto le reazioni di tanti tifosi feriti. Nella grandezza ritrovata del Napoli il mio era un semplice appello alla magnanimità. Azzurri felici con Cavani, pensiamo se non allo scudetto almeno alla Champions e a battere la Juventus, che ci importa di Fabio, era questo il ragionamento, rafforzato dal dato di fatto di un De Laurentiis che voleva mandarlo via. Mi piacerebbe poter raccontare di grandi giocate degli azzurri contro la vecchia signora e non dei fischi ad un ex. Ma di fronte a tanto (da alcuni motivato) rancore nei confronti del Quaglia, prendo nota e mi adeguo, traendo come esperienza che nel tifo il perdono (che continuo a sperare ci possa essere sempre nella vita ) non esiste.
Carlo Verna

ilnapolista © riproduzione riservata