Errori arbitrali costati
otto punti al Napoli

La moviola in campo renderebbe giustizia a tutto il calcio e non solo alla mano di Henry, come dimostrano i dati relativi agli errori arbitrali in situazioni da gol/non gol elaborati per il campionato italiano di Serie A 2009/10 dall”’Osservatorio sugli Errori Arbitrali nel Calcio e diffuso dall’Asca.  Questi errori hanno spostato virtualmente 222 punti (furono 255 della stagione scorsa), piu’ o meno quanti ne hanno totalizzato insieme le prime 3 squadre, sconvolgendo la classifica dal 5* al 17*posto. Miracolosamente illese, ed e’ la prima volta che succede nei sette anni di storia dell’Osservatorio, le prime posizioni da Champions’ e le ultime da retrocessione anche se, qui, con una inversione delle squadre interessate.

Classifica reale Punti                                    Classifica virtuale Punti (depurata degli errori arbitrali)
Zona Champions:
1a: Inter 82                                                              1a: Inter 79 (-3)
2a: Roma 80                                                            2a: Roma 78 (-2)
3a: Milan 70                                                            3a: Milan 71 ( 1)
4a: Sampdoria 67                                                 4a: Sampdoria 70 (+3)

Zona Europa League:
5a: Palermo 65                                                      5a: Napoli 67 (+8)
6a: Napoli 59                                                          6a: Palermo 67 (+2)
7a: Juventus 55                                                    7a: Udinese 55 (+11)

Centro Classifica:
8a: Parma 52                                                          8a: Parma 54 (+2)
9a: Genoa 51                                                         9a: Juventus 53 (-2)
10a: Bari 50                                                         10a: Chievo 53 (+9)
11a: Fiorentina 47                                            11a: Fiorentina 51 (+4)
12a: Lazio 46                                                      12a: Bologna 50 (+8)
13a: Catania 45                                                  13a: Catania 50 (+5)
14a: Cagliari 44                                                  14a: Bari 49 (-1)
15a: Chievo 44                                                   15a: Genoa 48 (-3)
16a: Udinese 44                                                16a: Lazio 43 (-3)
17a: Bologna 42                                               17a: Cagliari 42 (-2)

Retrocessione:
18a: Atalanta 35                                               18a: Siena 34 (+3)
19a: Siena 31                                                      19a: Livorno 31 (+2)
20a: Livorno 29                                               20a: Atalanta 29 (-6)
In forza di questi risultati la classifica sarebbe stata piu’ corta e l’Udinese, tradizionalmente penalizzata dagli arbitri (8 punti in meno anche l’anno scorso), gioirebbe dell’Europa League al posto della Juventus la quale, a fronte di una stagione disastrosa, puo’ almeno vantare la fine di quell’ostracismo arbitrale del dopo-calciopoli che l’ha vista penalizzata di 14 punti nel 2007/08 e di 4 nel 2008/09.
Dall’indagine risulta che gli errori in situazioni da gol/non gol dei 37 arbitri impiegati durante il campionato hanno falsato i risultati del 45% delle partite, praticamente una su due, in leggero miglioramento rispetto al 47% del campionato scorso, ed interessato tutte le squadre. Solo 8 arbitri non hanno commesso errori ma, in totale, hanno arbitrato il 3% delle partite.
Di conseguenza, si stima che abbiano cambiato mano le vincite di 80 -100 milioni di euro per le scommesse sul calcio.
La tipologia degli errori sui casi da gol-non gol analizzati ha riguardato: rigore/non rigore (71%, contro il 62% dell’anno scorso), fuori gioco (20%, contro il 25%), fallo in azione da gol (9% contro il 12%), gol fantasma (zero contro 1%).

ilnapolista © riproduzione riservata