Marek che… testa “Ci vediamo in settimana”

Marek che… testa “Ci vediamo in settimana”

Sì, lo ammetto, quando Marek ha sbagliato quel gol, davanti alla porta, per un attimo ho pensato che mi sarei intossicato la Pasqua. Ma man mano che passavano i minuti ho visto il Napoli che cresceva, conquistava campo, con il mio amico Hamsik che andava a prendersi la palla a centrocampo e cercava Lavezzi e Quagliarella con quei tocchi di prima che solo lui sa fare. Fateci caso, tutte le azioni passavano per i suoi piedi, ma lui anche oggi ha dimostrato di giocare con qualità e con rabbia, andandosi a conquistare i palloni a centrocampo come il più umile dei gregari. La cosa eccezionale di questo ragazzo è la testa: capelli compresi, ovviamente. Lui è sempre tranquillo ma allo stesso tempo lotta come un leone e non si perde mai d’animo. Anche contro la Juve aveva sbagliato un gol e poi ne aveva fatto uno subito dopo. E’ accaduto anche ieri. Ma stavolta va dato merito a Quagliarella di avergli fatto un lancio eccezionale, a tagliare l’intera difesa. Marek era messo così laterale e con lo specchio della porta chiusa che mai avrei pensato che la potesse piazzare nell’angolo opposto. Invece lui, con un tocco morbido, ha fatto un vero e proprio miracolo, forse uno dei gol più belli che gli ho visto fare. Secondo me Marek ha fatto una delle più belle partite del campionato, suggellata da un gol eccezionale. Mi ha sorpreso anche la sua continuità. Fateci caso, nel secondo tempo con il caldo che faceva le due squadre sono calate, ma lui no. Quante volte lo abbiamo visto in difesa a recuperare palloni? Tra l’altro aveva di fronte un centrocampo fortissimo, con Ledesma, Brocchi e Mauri, qualità e quantità, non era facile. Il pareggio di ieri per il Napoli è un buon risultato, la Lazio è in forma e aveva bisogno di punti per la salvezza. Ora abbiamo la possibilità di sfruttare il turno casalingo con il Parma per provare a recuperare su Palermo e Sampdoria. La continuità, l’applicazione, unite a una buona dose di fantasia, sono la forza di una grande squadra. L’ho imparato anche nel mio salone, dove si lavora tanto, perfino durante le partite del Napoli, con spirito di gruppo e capacità di portare ciascuno il proprio contributo di idee. Spero di vedere Marek in settimana, anche oggi ci ha fatto divertire, sarà così anche col Parma, ne sono certo.

(a cura di Luca Maurelli)

ilnapolista © riproduzione riservata